Arriva a Roma la “Dama con lo scoiattolo” di Hans Holbein dalla National Gallery di Londra

L’opera di Holbein sarà esposta alle Gallerie Nazionali di Arte Antica le quali, in occasione della grande mostra che il museo londinese inaugurerà il prossimo 12 aprile su Raffaello, hanno ceduto in prestito la celeberrima Fornarina

Facciata di Palazzo Barberini_Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma
Facciata di Palazzo Barberini_Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma

Un gemellaggio tra due istituzioni museali siglato attraverso il prestito di due opere: le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma e la National Gallery di Londra “scambiano” così due capolavori delle proprie collezioni, la Fornarina di Raffaello e la Dama con lo Scoiattolo di Hans Holbein. Occasione dello scambio è la grande mostra che il prossimo 12 aprile inaugurerà al museo londinese, The Credit Suisse Exhibition: Raphael, a cura di Matthias Wivel, una grande ricognizione sull’attività di Raffaello che riflette sul ruolo che l’artista ha avuto nella storia dell’arte occidentale, dai suoi tempi fino a oggi. Oltre 90 le opere in mostra, con prestiti provenienti dal Louvre, dai Musei Vaticani, dagli Uffizi, dalla National Gallery of Art di Washington DC, il Museo Nacional del Prado e naturalmente dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, con la celeberrima Fornarina.

Hans Holbein La dama con lo scoiattolo (Anne Lovell?), 1526-1528 olio su tavola, 56 x 38,8 cm National Gallery, Londra. Acquistato nel 1992, con i contributi della National Heritage Memorial Fund, dell'Art Fund e di Mr J. Paul Getty Junior (tramite la American Friends della National Gallery di Londra)
Hans Holbein
La dama con lo scoiattolo (Anne Lovell?), 1526-1528
olio su tavola, 56 x 38,8 cm
National Gallery, Londra. Acquistato nel 1992, con i contributi della National Heritage Memorial Fund, dell’Art Fund e di Mr J. Paul Getty Junior (tramite la American Friends della National Gallery di Londra)

LA FORNARINA DI RAFFAELLO E LA DAMA CON SCOIATTOLO DI HOLBEIN

La National Gallery di Londra invierà alle Gallerie Nazionali di Arte Antica un capolavoro delle proprie collezioni, la Dama con lo Scoiattolo di Hans Holbein, che verrà collocato nella Sala n.16 insieme a ritratti riferibili più o meno direttamente a Holbein o al suo entourage: il Ritratto di Enrico VIII e il Ritratto di Sir Thomas More, copia del celebre originale oggi conservato presso la Frick Collection di New York. “Il confronto ravvicinato, oltre a un interesse di ordine filologico per studiare la fattura e l’autografia dei dipinti, intende mettere a fuoco anche altri diversi aspetti funzionali e ‘ideologici’ legati al tema del ritratto, insieme ufficiale e privato, così come viene esplorato in termini peculiari da Hans Holbein, in particolare durante il suo soggiorno alla corte dei Tudor”, sottolineano dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica. “Sarà inoltre l’occasione per tematizzare il rapporto tra l’immagine ritrattistica e le sue funzioni memoriali, diplomatiche, celebrative, biografiche e affettive”.

LO SCAMBIO DI OPERE TRA LE GALLERIE NAZIONALI DI ARTE ANTICA DI ROMA E LA NATIONAL GALLERY DI LONDRA

“Lo scambio tra le Gallerie Nazionali di Arte Antica e la National Gallery di Londra rappresenta per noi una grande opportunità di crescita e conoscenza”, dichiara Flaminia Gennari Santori, Direttrice delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini. “La promozione all’estero del nostro patrimonio culturale, con la possibilità di ospitare un capolavoro altrettanto importante nelle nostre Gallerie, è una delle direttrici strategiche del mio operato che mira a rendere la cultura sempre più universale e condivisa”.

– Desirée Maida

www.barberinicorsini.org


Eventi d'arte in corso a Roma

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.