Notte Europea dei Musei 2022. Programma e suggerimenti su dove andare

Il 14 maggio torna l’appuntamento con la manifestazione europea che regala aperture serali fino a tarda ora, tra piccoli e grandi musei del territorio nazionale aderenti all’iniziativa. Vediamo quali sono

Dopo due anni di assenza dovuta all’emergenza sanitaria, torna la Notte Europea dei Musei organizzata dal Ministero della Cultura francese e patrocinata dall’Unesco, dal Consiglio d’Europa e dall’ICOM giunta alla sua diciottesima edizione. Una manifestazione amatissima soprattutto dal pubblico dell’arte italiano, che regala aperture serali fino a tarda ora, tra piccoli e grandi musei del territorio nazionale. Una festa capace di calamitare migliaia di turisti e residenti, con accessi gratuiti o con dei costi puramente simbolici. E infatti sono tanti i musei italiani che hanno aderito all’iniziativa europea della serata del 14 maggio. Vediamone una selezione per uno spunto di visita su e giù per lo Stivale… 

– Claudia Giraud 

1. TORINO

palazzo madama

A Torino, GAM, MAO e Palazzo Madama saranno straordinariamente aperti fino alle 23 (ultimo ingresso ore 22) e, a partire dalle 18, si potranno visitare con la tariffa speciale di 1€ le collezioni permanenti e la maggior parte delle mostre in corso, come World Press Photo Exhibition alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Il Grande Vuoto. Dal suono all’immagine. Un incontro inedito con la collezione buddhista del MAO, e Invito a Pompei a Palazzo Madama.  

https://www.fondazionetorinomusei.it/it 

2. MILANO

Gallerie d’Italia di Piazza Scala a Milano di Intesa Sanpaolo

A Milano, la sede museale di Piazza Scala delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo offrirà l’occasione per visitare i tre sontuosi palazzi che rappresentano l’evoluzione dell’architettura milanese dal ‘700 al ‘900 e le collezioni dell’Ottocento della Banca e della Fondazione Cariplo nel percorso Da Canova a Boccioni insieme a una selezione di opere dalle raccolte del Novecento; fra queste ultime le sculture “open air” del Giardino di Alessandro, così chiamato perché luogo di ristoro di Alessandro Manzoni che risiedeva nel palazzo prospicente.  

https://www.gallerieditalia.com/ 

 

3. VICENZA

Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo di Vicenza

A Vicenza, Palazzo Leoni Montanari sempre delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo propone l’ultimo fine settimana di visita alla mostra Come saremo. L’Italia che ricostruisce, con immagini fotografiche di positività della seconda metà del secolo scorso, dall’Archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo. All’interno del percorso espositivo anche un itinerario musicale ispirato alle immagini in mostra. In occasione della Notte dei Musei viene proposta l’originale iniziativa “Sul tetto dell’Olimpo”, un affascinante itinerario notturno dall’Ade al Monte degli Dei per scoprire le figure mitologiche che vegliano sul Palazzo (visita evento, ore 22 e ore 23).  

https://www.gallerieditalia.com/ 

 

4. VENEZIA

Gallerie dell’Accademia di Venezia, Credit © David Levene

A Venezia, invece, apertura straordinaria serale di Palazzo Manfrin e delle Gallerie dell’Accademia, con visita guidata sia alla mostra di Anish Kapoor — tenuta da Michele Tavola, Responsabile dei progetti di arte contemporanea del museo — che ai saloni del Seicento e Settecento, inaugurati lo scorso agosto.  

https://www.gallerieaccademia.it/ 

 

5. POSSAGNO 

Museo Gypsotheca di Antonio Canova Ph credits Lino Zanesco

A Possagno, la visita al Museo Gypsotheca di Antonio Canova sarà accompagnata dalle note jazz di William Nisi ‘N’Easy trio e dalle specialità e dai cocktail di Gustolia e del vino della Tenuta Amadio. 

https://www.museocanova.it 

6. ANCONA 

Museo Archeologico Marche

Il legame che fin dall’antichità unisce l’uomo e l’ambiente è il protagonista del Grand Tour Musei nelle Marche, da sabato 14 a mercoledì 18 maggio al Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Il ricco calendario di eventi si ispira al tema dell’ICOM: Il Potere dei Musei e offre uno spunto per riflettere sul ruolo strategico che gli istituti museali possono assumere nel contesto culturale e sociale del nostro territorio e sulla loro capacità di incidere nella realtà che ci circonda e nella vita della comunità. In occasione della Notte dei musei, sabato 14 maggio, l’orario di apertura sarà prolungato fino alla sera a partire dalle 19.30 fino alle 22.30 al prezzo simbolico di 1 euro. 

https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Cultura/Ricerca-Musei/Id/324/ANCONA-Museo-Archeologico-Nazionale-delle-Marche 

7. PECCIOLI (PISA)

La locandina di Pensavo Peccioli 2022 disegnata da Emiliano Ponzi (credit Emiliano Ponzi per Pensavo Peccioli)

Pensavo Peccioli, organizzata dalla Fondazione Peccioliper, con il sostegno di Belvedere Spa e in partnership con Il Post, è il festival nato per discutere in una dimensione piccola e concreta i cambiamenti in atto nel contesto di un borgo toscano, Peccioli, fortemente proiettato verso il futuro, con un programma a cura di Luca Sofri dal 13 al 15 maggio. Pensavo Peccioli rappresenta inoltre l’occasione per arricchire la cittadina di nuovi spazi comuni: Il 14 maggio in coincidenza con la Notte dei Musei sarà aperto anche il Balcone sui tetti, nel cuore del centro storico di Peccioli. 

https://www.pensavopeccioli.it 

8. ROMA

La Notte dei Musei a Roma

Per quanto riguarda le strutture museali di Roma Capitale, vedrà l’apertura straordinaria in orario serale dei Musei civici sparsi nel territorio cittadino, con un ampio programma di concerti e spettacoli dal vivo. Il biglietto di ingresso avrà il costo simbolico di un euro (sarà gratuito dove espressamente previsto) e consentirà di assistere a spettacoli e visite guidate, circondati dalle opere d’arte delle collezioni permanenti e da quelle delle numerose mostre temporanee. Ma La Notte dei Musei a Roma, sarà anche l’occasione per visitare moltissimi altri spazi della città che hanno deciso di aderire all’iniziativa – promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata da Zètema Progetto Cultura – come università, accademie italiane e straniere, ambasciate, Istituti di alta formazione, istituzioni e tanti luoghi della cultura e dell’intrattenimento eccezionalmente aperti in orario serale. Sono circa 80 spazi, diffusi sul territorio al cui interno prenderanno vita oltre 100 eventi, con più di 60 mostre pronte ad accogliere i visitatori. Il Polo Museale Sapienza per esempio, promuove nella sede e nella facciata del Museo dell’Arte Classica, Reimagined Cinema, curata da Camilla Boemio, un intervento filmico performativo con gli artisti Inglesi Ben Rivers e Mathew Emmett, che esplora la nozione di contaminazione del flusso di immagini in senso ampio e concettuale, in un dialogo con l’architettura esterna del museo, e in una rappresentazione dei rapporti tra artista e pubblico, narrazioni e disconnessioni, ecologie e nuovi mondi in divenire, realtà e finzione. 

https://www.museiincomuneroma.it 

9. MODENA 

Plague_Memory

A Modena tutti gli spazi museali, il sito Unesco di piazza Grande, con le sale storiche del Palazzo comunale e il Museo civico, le Gallerie estensi, il San Paolo, il Museo della figurina, FMAV e il San Carlo sono coinvolti in un programma diffuso, curato dai centri di formazione per la danza del territorio che hanno creato coreografie suggestive appositamente per loro, dal pomeriggio alla tarda serata. E insieme alla danza, anche musica, incontri, scoperte, mostre, teatro e attività per bambini, in una manifestazione che apre musei e istituti culturali all’insegna di appuntamenti gratuiti con l’arte, la storia, la creatività. 

https://www.comune.modena.it/argomenti/cultura/programma_notte-dei-musei_2022/@@download/file 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).