Romarama: la lista completa degli appuntamenti della cultura capitolina per il resto dell’estate

Teatro, cinema, arte, musica: di seguito una lista completa di eventi, spettacoli e attività che affolleranno le vostre prossime serate estive se siete a Roma in questo periodo.

Siamo nel pieno dell’estate romana, che la cultura capitolina ha voluto animare con Romarama, la manifestazione diffusa e promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale, ispirata a quella del 1977 lanciata dall’allora giunta Argan. La strategia chiaramente adottata è quella di usufruire di musei e siti culturali aperti e diffusi: un modello che si conferma anche in INSIEME lettori, autori, editori, il più grande evento – da poco annunciato – dedicato all’editoria e al libro che si svolgerà a Roma il prossimo ottobre. Quattro sono i poli principali dell’evento: la cavea dell’Auditorium Parco della Musica, lo spazio esterno del Teatro India, i Parchi e la piazza del MAXXI. Insomma, tra appuntamenti al museo, al teatro e al cinema, il palinsesto si prolunga per tutta la stagione, con eventi che comprendono anche i mesi di settembre e ottobre. Ecco i migliori eventi in programma per le prossime settimane.

– Giulia Ronchi

www.romarama.it

1. IL TEATRO DI ROMARAMA

Roma, Villa Borghese, Giardino segreto di Tramontana © Simona Caleo

Il Giardino degli Aranci, Isola Farnese, Cesano: sono alcune delle location in cui si svolge ScenArte. 26° Festival Internazionale del Teatro Urbano, fino al 31 agosto, la rassegna di spettacoli curata da Abraxa Teatro che coinvolge importanti compagnie della scena teatrale contemporanea, italiane e internazionali. Fino al 27 settembre il Silvano Toti Globe Theatre propone come di consueto la magia del teatro shakesperiano sotto il cielo stellato di Villa Borghese: tante date per la prima volta con la collaborazione dell’Accademia Nazionale d’arte drammatica di Roma “Silvio d’Amico”. Nell’estate romana ci sono anche due rassegne teatrali gratuite: QuinteScienza, un percorso triennale di approfondimento scientifico attraverso la performance, che si svolge al Teatro del Lido di Ostia fino al 19 settembre; e Contattiere, nel Parco del Pineto e nella Biblioteca Casa del Parco fino al 3 settembre, il festival internazionale di teatro di figura e attività per tutta la famiglia con attività performative e laboratoriali.

https://www.romarama.it/genere/teatro

2. IL CINEMA SOTTO LE STELLE DI ROMARAMA

Caleidoscopio, Romarama 2020

I prossimi appuntamenti di Romarama dedicati al cinema sono quasi totalmente all’aperto, per favorire lo svolgersi degli eventi in sicurezza. Si va dal Cinevillage del Parco Talenti all’Arena Garbatella, passando per il cinema al Parco delle Mura Aureliane e nell’Area Romanina e per Caleidoscopio alla Casa del Cinema, per una selezione che comprende film d’epoca ma anche le ultime uscite, le pellicole italiane come quelle internazionali (tutte le rassegne si protraggono fino a settembre, mentre queste ultime due sono a ingresso gratuito). Dal 15 al 25 ottobre, invece, torna la Festa del Cinema di Roma alla quindicesima edizione, presso l’Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano. Oltre ai film della Selezione Ufficiale, un ruolo importante saranno ancora una volta gli incontri con autori, attori e protagonisti della cultura italiana e internazionale, oltre alle retrospettive, ai restauri e agli omaggi.

https://www.romarama.it/genere/film

3. LA MUSICA DI ROMARAMA

Auditorium Parco della Musica, Roma

Un capitolo a parte va dedicato anche alla musica dal vivo, con concerti attesi al Village Celimontana, il Jazz Club all’aperto a cura di Jazz Village Roma, che fino al 31 ottobre, vedrà ogni sera l’esibizione di musicisti italiani ed internazionali. Un punto di riferimento dell’offerta musicale è la zona di Auditorium Parco della Musica, Cavea e Viale Pietro de Coubertin, dove si svolgono Auditorium Reloaded (fino al 23 settembre), Santa Cecilia Start (fino al 24 settembre) e Una Striscia di Terra Feconda (fino all’8 settembre, con appuntamenti anche alla Casa del Jazz).

https://www.romarama.it/genere/musica

4. L’ARTE PER ROMARAMA: I MUSEI E LE MOSTRE

 

Tanti anche gli appuntamenti con l’arte. Fino a martedì 25 agosto, il MACRO propone un innovativo progetto artistico ideato da Luca Lo Pinto, che si svolge nel cielo. Nel tratto che va da Anzio a Ladispoli, i cittadini potranno ammirare Tracce/Traces dell’artista concettuale Lawrence Weiner che riprodurrà in cielo, come banner aerei, dieci parole (ogni giorno una diversa) scelte tra quelle inserite nel suo libro d’artista curato nel 1970 da Germano Celant. Un modo per omaggiare il grande critico d’arte italiano, scomparso tristemente durante il periodo del lockdown e allo stesso tempo omaggiare un grande artista concettuale e il suo progetto visionario. La mostra ideata dal neo direttore del MACRO, inoltre, permette di ampliare il concetto di spazio espositivo a un elemento sconfinato per eccellenza, come il cielo. Al Mattatoio, fino al 25 ottobre, è in corso la mostra di Andrea Galvani La sottigliezza delle cose elevate a cura di Angel Moya Garcia, un progetto interdisciplinare concepito come un ambiente esperienziale che si svolge attraverso installazioni architettoniche, azioni e performance, coinvolgendo attivamente il visitatore. Aperti anche i Musei Civici, che fino a settembre si animano con appuntamenti e visite guidate gratuite: i possessori della MIC card, posso approfittare nel pomeriggio di mercoledì e giovedì, secondo il calendario, di incontri con i curatori dei musei, che forniscono approfondimenti sulle opere e sulle storie delle collezioni. Visita con noi!, invece, è il programma di visite guidate che si svolge tutte le domeniche. Tra le mete: Musei Capitolini, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Museo di Roma e Galleria d’Arte Moderna e ad alcuni luoghi della città come Piazza di Spagna e l’area compresa tra il Campidoglio e il rione Sant’Angelo.

https://www.romarama.it/genere/arte

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.