INSIEME lettori, autori, editori: Roma lancia il più grande evento sull’editoria del 2020

Rilanciare l’intero settore editoriale dopo la crisi post Covid: è l’ultima sfida della Capitale, che riunisce tre manifestazioni del libro in una per rilanciarle in un unico grande evento previsto per ottobre 2020 promosso dal Mibact.

Tempio di Venere a Roma via Wikipedia
Tempio di Venere a Roma via Wikipedia

È stato un cammino tutto in salita per il settore dell’editoria, tra i più esposti dalla crisi derivante dal Covid-19 e tutt’ora in grosse difficoltà, come l’intero ambito culturale. Una situazione a cui Roma ha deciso di reagire, organizzando quella che viene annunciata “la più grande manifestazione dell’anno dedicata al libro e alla lettura”. Si chiamerà Insieme – lettori, autori, editori e si animerà dall’1 al 4 ottobre in numerose sedi diffuse della Capitale.

Libri ph Janko Ferlic
Libri ph Janko Ferlic

LA GRANDE MANIFESTAZIONE DEL LIBRO A ROMA 2020

L’Auditorium Parco della Musica, l’area pedonale, i giardini pensili e alcuni spazi interni come il Parco Archeologico del Colosseo, la Basilica di Massenzio, lo Stadio Palatino e il Tempio di Venere: la manifestazione capitolina appena annunciata si svolgerà in numerosi luoghi della cultura, offrendo lo spazio necessario per garantire il distanziamento sociale e il rispetto delle norme anti contagio. Un elemento fondamentale all’interno di un panorama in cui tutte le manifestazioni fieristiche hanno finito per soccombere e venire annullate (e, anche per questo caso, si scongiura un secondo e temuto lockdown).

INSIEME: TRE FIERE DELL’EDITORIA NELLO STESSO EVENTO A OTTOBRE 2020

Insieme – lettori, autori, editori: il concetto alla base della nuova manifestazione è fare perno sul lavoro collettivo e sulla coesione per ridare ossigeno all’intero settore. Per questo si è deciso di mettere assieme tre grandi iniziative letterarie romane: Letterature Festival – che quest’anno rinasce sotto una nuova direzione artistica e con un progetto interamente nuovo – Libri Come e Più Libri Più Liberi, la grandissima fiera della piccola e media editoria che dal 2021 tornerà poi alla Nuvola. “Sarà un evento irripetibile per Roma, il Lazio e per l’Italia, dopo i difficili mesi dovuti all’emergenza sanitaria” scrive il vicesindaco di Roma Luca Bergamo sulla sua pagina Facebook. L’evento accoglierà circa 200 editori con un ricco calendario di incontri con autori italiani e stranieri, che si svolgeranno sia in presenza che in streaming grazie all’uso di piattaforme digitali, dando la possibilità di partecipare anche a chi non potrà recarsi a Roma in quei giorni. Il programma generale – di cui si sapranno maggiori dettagli prossimamente – sarà a cura di un comitato editoriale composto da Silvia Barbagallo, Andrea Cusumano, Michele De Mieri, Lea Iandiorio, Rosa Polacco e Marino Sinibaldi. Organizzato da AIE (Associazione Italiana Editori), Istituzione Biblioteche di Roma e Fondazione Musica per Roma in collaborazione con il Parco Archeologico del Colosseo e Zètema Progetto Cultura, Insieme è promosso dal Mibact – Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo.

-Giulia Ronchi

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.