50 anni del primo uomo sulla Luna: 7 eventi a tema da non perdere in Italia

Per la notte che cade esattamente 50 anni dopo quello storico 20 luglio 1969, tanti eventi saranno all’insegna dell’arte per celebrare l’anniversario dell’allunaggio. Dal MAXXI di Roma al MANN di Napoli eccone una selezione

Cinquanta anni fa decollava l’Apollo 11 con a bordo i primi uomini che avrebbero camminato sulla Luna, nella storica notte del 20 luglio del 1969. A cinquanta anni esatti da quell’evento, l’Italia dell’arte gli dedica una serie di appuntamenti in una lunga notte da non perdere. Tra mostre, laboratori interattivi, dialoghi scientifici, concerti onirici, cene e spettacoli a tema lunare, eccone una selezione…

– Claudia Giraud

1. LA NOTTE DELLA LUNA AL MAXXI – ROMA

Andrew Morgan, Alexander Skvortsov, Luca Parmitano – courtesy ESA

Per celebrare i 50 anni dello sbarco sulla Luna e la partenza della Missione Spaziale Internazionale BEYOND, con l’astronauta Luca Parmitano, triplo appuntamento al MAXXI, organizzato con ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e la Regione Lazio: collegamento in diretta dal Kazakistan per il lancio dell’astronauta italiano del corpo degli astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) che partirà per la sua seconda missione sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Dopo il decollo della capsula Soyuz, alle 20,00 il pubblico potrà assistere all’inaugurazione della mostra Lunar City, a cura di Alessandra Bonavina: fotografie e video che raccontano l’esplorazione del nostro satellite. A conclusione della serata, alle 21, nella piazza del MAXXI proiezione del trailer del docufilm Lunar City, sempre di Alessandra Bonavina e, a seguire, live set di Martux_m e Giulio Maresca dal titolo Apollo 11 Reloaded, anch’esso dedicato al primo sbarco lunare.

La Notte della Luna
dalle 17.00: collegamento in diretta dal Kazakistan per il lancio dell’astronauta Luca Parmitano
ore 20.00: inaugurazione mostra Lunar City
Ore 21.00: Live set di Martux_m e Giulio Maresca
MAXXI, via Guido Reni 4 a, Roma
www.maxxi.art
www.regione.lazio.it 

2. L’AUTO VISTA DALLA LUNA AL MUSEO DELL’AUTOMOBILE – TORINO

MAUTO – LUNA ph. Andrea Guermani

Il MAUTO ospita la mostra L’Auto vista dalla luna, allestita nella “Piazza” del museo in occasione del cinquantesimo anniversario del primo sbarco dell’uomo sulla luna. Immerse in un ambiente lunare, circondate dai più bei filmati provenienti dagli archivi NASA, Teche RAI e Centro Storico Fiat, quattro vetture nate in Italia nel 1969 raccontano “come eravamo sulle 4 ruote”. La FIAT 128, costruita al ritmo di 1800 unità al giorno e prima vettura del marchio a trazione anteriore; la FIAT 130, ammiraglia prestigiosa ma anche “incompresa”, che non diede i risultati sperati; la Autobianchi A111 le cui forme squadrate e la moderna meccanica la rendevano all’avanguardia; la Autobianchi A112, nata per fare concorrenza alla Mini, che ebbe un grandissimo successo e venne prodotta per 17 anni. A queste, si aggiunge la Chevrolet Corvette: unica straniera della mostra, era l’auto guidata dagli astronauti dell’epoca d’oro che ne ricevevano una – non in omaggio ma in affitto alla cifra simbolica di 1 dollaro all’anno – da un concessionario della Florida della General Motors.

 L’Auto vista dalla Luna
Fino al 22 luglio 2019
MAUTO, Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, Corso Unità d’Italia, 40 – Torino
www.museoauto.it

3. LA LUNA NELL’ARTE A PALAZZO MADAMA – TORINO

Chagall, Dans mon pays

La Luna è il corpo celeste che più di ogni altro ha da sempre ispirato grandi avventure, esplorazioni fantastiche e letterarie, che vanno da Luciano di Samosata a Dante, da Ariosto a Leopardi, da Verne a Calvino. Nel 1865 esce il libro di Jules Verne, Dalla terra alla Luna, che dà il titolo a questa esposizione,   a cura di Luca Beatrice e Marco Bazzini, realizzata in collaborazione tra Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica e GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, con il contributo della Regione Piemonte. La mostra presenta oltre 60 opere: dipinti, sculture, fotografie, disegni e oggetti di design, che raccontano l’influenza dell’astro d’argento sull’arte e sugli artisti dall’Ottocento al 1969. In occasione della mostra sarà dedicato alla Luna un ciclo di conferenze al Circolo dei Lettori e una serie di proiezioni cinematografiche organizzate in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino.

 Dalla terra alla Luna. L’arte in viaggio verso l’astro d’argento
Dal 19 luglio all’11 novembre 2019
Palazzo Madama – Corte Medievale, Piazza Castello, Torino
https://www.palazzomadamatorino.it/it 

4. MOON DATE AL MUSE – TRENTO

Pink Sonic

Il Muse compie sei anni e, come da tradizione, organizza una grande festa d’estate. Ma ricorre anche il 50° anniversario dello sbarco sulla Luna: un doppio anniversario che il Muse intende festeggiare insieme a tutta la cittadinanza con un ricco programma di appuntamenti – tra attività educative, performance artistiche, talk tra scienza e filosofia, scatenati dj set e una nuova grande mostra – che animerà sia gli spazi interni che il grande giardino del museo fino alle 2 di notte.

Moon Date. La festa del Muse di mezza estate
MUSE Museo delle Scienze , C.so del lavoro e della scienza 3, Trento
www.muse.it 

5. CENA SPAZIALE AL CASTELLO DI COSTIGLIOLE D’ASTI

Exocena

In occasione della mostra Cosmonautica, a cura di Sara d’Alessandro Manozzo, che presenta nelle sale del Castello di Costigliole d’Asti sculture e installazioni di Alessandro Sciaraffa (Torino, 1976), la sera di sabato 20 luglio, a festeggiare il cinquantenario dello sbarco sulla Luna, sarà in programma, solo su invito, l’Exocena: una cena spaziale in cui si mangerà il cibo degli astronauti. Nato dall’incontro tra l’artista Alessandro Sciaraffa e il registra cinematografico Arnaud Ducharne, l’evento sarà un viaggio nel futuro, fatto di suggestioni, sapori e consistenze mai provati. 

Exocena
Ore 20, solo su invito
Castello di Costigliole, Piazza Vittorio Emanuele II, 10 Costigliole d’Asti (AT)

6. L’ICONOGRAFIA LUNARE NELL’ANTICHITA E NUOVA CAFFETTERIA AL MANN – NAPOLI

Selene ed Endimione – Casa dei Dioscuri Pompei, MANN di Napoli

In occasione dell’anniversario dell’allunaggio, il Museo Archeologico inaugura la caffetteria MANNCaffé e presenta la mostra MANN on the moon, dedicata all’iconografia della luna nell’antichità classica: venti reperti, in molti casi provenienti dai ricchi depositi del Museo archeologico di Napoli, ripercorrono, in un iter colto e suggestivo, le diverse raffigurazioni di Artemide e Selene. Nel mondo antico la Luna era anche uno strumento naturale per misurare il trascorrere del tempo; così, nella mostra, i visitatori potranno ammirare due straordinari esemplari di antichi calendari in marmo: il Menologium rusticum, un particolarissimo parallelepipedo del I sec. d.C. (appartenente alla Collezione Farnese), che riportava, per ogni mese, il numero dei giorni, definendo la durata delle ore di luce e della notte, le fasi lunari, l’elenco delle divinità celebrate, le feste religiose; ancora, l’Index Nundinarius, tavola in cui erano fornite le date di svolgimento delle nundinae, i mercati cittadini. 

MANN on the moon
Dal 18 luglio al 30 settembre
MANN – Museo Archeologico Nazionale, piazza Museo Nazionale 19 – Napoli
http://cir.campania.beniculturali.it/museoarcheologiconazionale/

7. VIDEO MAPPING SULLA LUNA ALLA FONDAZIONE CRC – CUNEO

Destinazione Luna il futuro è adesso Immersive Interactive Experience, Fondazione CRC, Cuneo, Installation view, 2019

Lo Spazio [email protected] della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ospita la grande mostra multimediale Destinazione Luna: Il futuro è adesso – Immersive Interactive Experience. Si tratta di un percorso immersivo e interattivo che, facendo uso di un linguaggio audiovisivo tecnologicamente avanzatissimo e di forte impatto emotivo, racconta tutte le fasi della missione Apollo 11 sino al suo straordinario culmine: la prima discesa dell’uomo sul suolo lunare. In occasione dell’Illuminata 2019, tutte le sere fino al 21 luglio la facciata dello storico Palazzo Vitale, sede della Fondazione CRC, sarà animata dal video mapping Destinazione Luna curato da Alessandro Marrazzo. Lo spettacolo, della durata di circa 10 minuti, si svolgerà due volte per serata, con la sola eccezione di sabato 20 luglio, quando in occasione della Notte Bianca che celebra l’anniversario dello sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna, sarà ripetuta quattro volte.

Video mapping Destinazione Luna
Fino al 21 luglio, alle ore 21,30 e alle 22,30
Sabato 20 luglio 2019 ore 21,30; 22,30; 23,30; 00,30
Mostra Destinazione Luna. Il futuro è adesso
Fino al 15 dicembre 2019
Spazio [email protected] della Fondazione CRC, via Roma 17 a Cuneo
www.fondazionecrc.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).