Apre a Spoleto Casa Modigliani: 300 mq e un anno di celebrazioni in arrivo

Tra i progetti per il centenario c’è la “Mostra Impossibile Modigliani” che raccoglie tutte le 337 opere del maestro di Livorno. La nuova sede ospiterà anche il centro di ricerca e percorsi di realtà aumentata.

Istituto Amedeo Modigliani
Istituto Amedeo Modigliani

Dopo un lungo periodo di ricerca e di attesa, ma con un sorprendente anticipo rispetto alla data, 2020, annunciata lo scorso anno, apre finalmente a Spoleto Casa Modigliani, lo spazio espositivo dedicato all’artista livornese. Nella città umbra patria del “Festival dei due mondi” e con un forte sostegno istituzionale, l’eredità del “maestro dei colli lunghi” trova seguito grazie all’Istituto internazionale Amedeo Modigliani, di cui la “casa” è sede e del Comitato organizzatore delle celebrazioni del Centenario dalla morte che si svolgerà nel 2020.
300 mq all’interno di Palazzo Montani ospiteranno mostre e iniziative, ma anche un centro di ricerca scientifica. Non mancheranno i percorsi virtuali e di realtà aumentata specifici come quello realizzato con la tecnologia Modlight®. Grazie a questa, riporta Carlo Vantaggioli sul sito territoriale Tuttoggi sarà possibile realizzare per il centenario la Mostra impossibile Modigliani, raccogliendo 337 opere certificate nel catalogo Ceroni, cioè l’intera produzione del maestro.

LUCI E OMBRE SU MODIGLIANI

E mentre a Spoleto si festeggia, a Genova scoppia il “caso dei falsi modigliani” in occasione della mostra a Palazzo Ducale, alimentata da una lettera alla stampa del collezionista toscano Carlo Pepi. Le indagini sarebbero in corso. Il primo exploit di Pepi era stato su facebook, lo scorso aprile: “Ho avuto la disgrazia di vedere il catalogo della mostra del povero bistrattato Modigliani a Genova e come temevo, rarissime sono le opere di sua mano! Ma i grandi esperti di cosa si occupano? Devo essere sempre solo io ad intervenire per frenare questo insostenibile generalizzato malcostume di fare mostre fasulle prendendo in giro il pubblico”, avrebbe commentato.
Si sente invece tranquillo il curatore Rudy Chiappini, certo della provenienza delle opere, già esposte nei musei di tutto il mondo. La storia continua, nel frattempo la procura di Genova ha aperto l’inchiesta.

Casa Modigliani
Palazzo Montani,
piazza Fontana, Spoleto

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.