Nasce la Fondazione delle Arti – Venezia. Con un club esclusivo in un palazzo storico della città

Intercettare, guidare, consigliare, coinvolgere chi è attento alla migliore produzione culturale di Venezia. Una nuova Fondazione, pensata per la città, viene presentata nei giorni dell’opening della Biennale.

Venezia, Palazzetto Pisani
Venezia, Palazzetto Pisani

Tempo di nuove, grandi aperture a Venezia. Nei giorni della Biennale d’Arte la prima sede italiana della Fondazione russa V-A-C – di cui è appena diventato direttore Francesco Manacorda – mostrerà i suoi spazi nel sontuoso Palazzo delle Zattere, appositamente restaurato, così come la super galleria londinese Victoria Miro, che impianta un suo quartier generale in Laguna, in quello che era lo spazio della storica Galleria del Capricorno, a pochi passi dal Teatro la Fenice.
Un terzo annuncio arriva adesso e si unisce ai due prestigiosissimi opening internazionali attesi a maggio. Si tratta della Fondazione delle Arti – Venezia, istituzione culturale di natura privata, nata per supportare eventi di alto profilo legati alla tradizione, l’identità, la storia e il patrimonio del capoluogo veneziano. A guidarla è Olivier Lexa, nel ruolo di Presidente e Direttore Artistico, accanto a Viola Romoli, Co-direttrice Artistica, sotto la supervisione di un comitato consultivo internazionale, formato da personalità di spicco della cultura e dell’imprenditoria. Presidente è infine Alice Tibladi Chiesa.
Sguardo attento alle dinamiche, le occasioni e le ambizioni della città e un “approccio sartoriale” che consenta di costruire strategie su misura: la Fondazione intende creare un canale di comunicazione privilegiato attraverso cui intercettare forme di sostegno e valorizzazione per eventi artistici d’eccellenza.

Venezia, Palazzetto Pisani, facciata
Venezia, Palazzetto Pisani, facciata

UN CLUB ESCLUSIVO IN UN PALAZZO STORICO

Qualcosa che crei una distanza ragionata rispetto al mare magnum di iniziative commerciali, destinate a quel turismo di massa che soffoca Venezia durante tutto l’anno. Il progetto ambisce dunque a diventare filtro e strumento di coordinamento, per chi si interessi alla parte più colta della produzione culturale lagunare. Visitatori, professionisti, collezionisti, mecenati, aziende, fruitori, produttori.
Ed è in quest’ottica che nasce, in parallelo al programma di comunicazione, il Club delle Arti, sostenuto dalla Fondazione stessa e sua casa effettiva: la sede è quella di Palazzetto Pisani, edificio storico nel cuore della città, con facciata tardo cinquecentesca e una posizione esclusiva sul Canal Grande, impreziosito nelle ampie stanze da arredi d’epoca e opere d’arte. Sarà questo il punto di incontro e di riferimento per i soci, che potranno essere guidati e accompagnati attraverso i migliori eventi cittadini, alla scoperta dell’anima di Venezia e del suo magnifico teatro monumentale. A loro sarà riservato un programma di servizi e agevolazioni, con la possibilità di partecipare al percorso di valorizzazione promosso dalla Fondazione.

– Helga Marsala

Palazzetto Pisani
Sestiere di S. Marco
2814 – Venezia

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Nel 2018 lavora come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e poi dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.
  • http://doattime.blogspot.it/ doattime

    Un bel segnale che punta sicuramente a qualificare la già ricca offerta di questa stupenda città