La sensualità dell’ebano. Markus Schinwald a Milano

Galleria Gió Marconi, Milano – fino al 20 maggio 2017. Markus Schinwald è alla sua quarta personale presso la galleria milanese. Con un’installazione che è un insieme di relazioni in espansione. In mostra anche “Jubelhemed”, uno dei suoi primi lavori.

Le composizioni scultoree di Markus Schinwald (Salisburgo, 1973) insistono su una forte divaricazione tra quello che vediamo, quello che sappiamo e quello che immaginiamo. Ebano, gambe Chippendale o gambe femminili? Probabilmente non è neanche interessante avere una risposta, bensì rifiutare di averne una.
Markus Schinwald, in effetti, lavora per promuovere nuove forme relazionali che, rinunciando a ogni tipo di individualità, riconfigurano costantemente i rapporti tra soggetto, cultura, storia e identità. Ciò che emerge da queste relazioni e da queste opere, allora, è la produzione di qualcosa che non si limita a superare i limiti dell’intelligibilità culturale, ma riesce persino ad allargare i confini di quanto è, in realtà, culturalmente intelligibile.

Francesca Mattozzi

Evento correlato
Nome eventoMarkus Schinwald
Vernissage29/03/2017 ore 18
Duratadal 29/03/2017 al 20/05/2017
AutoreMarkus Schinwald
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGIO' MARCONI
Indirizzovia Tadino 20 20124 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesca Mattozzi
Francesca Mattozzi ha un background da danzatrice che l’ha vista lavorare sia in TV che a teatro con coreografi di fama internazionale, quali Luca Tommassini e Martino Müller. È laureata in storia dell’arte e dell’arte ama soprattuto gli eventi perché, grandi o piccoli che siano, le permettono di esplorare e raccontare il panorama artistico e culturale contemporaneo. È curioso, ma quando non vedete Francesca a una vernice, una performance o un finissage, la trovate chissà dove a pianificare le prossime avventure.