Musica che resiste al Covid: live nella campagna lucchese, davanti a stalla di fine ‘800. Le foto

In tempo di Covid-19, con molti club e locali chiusi, ogni venerdì di queste sere estive, il gruppo indierock Esterina auto organizza “I concerti di Rietto”, per 50 persone, davanti alla sua sala prove: una stalla di fine ‘800

I concerti di Rietto ph Stefania Franceschini
I concerti di Rietto ph Stefania Franceschini

La musica indipendente, oltre ad autoprodursi, si auto organizza perché come già Charles Darwin aveva notato, ‘la musica è tra i doni più misteriosi di cui sono dotati gli esseri umani’ e non possiamo pensare che possa essere ridotto a semplice intrattenimento o tra le più rimandabili delle attività umane”. Così recita lo statement di Esterina, gruppo indierock con all’attivo 4 album in studio e uno live, che ha progettato e realizzato un mini-anfiteatro all’aperto davanti alla sua sala prove di Rietto – una stalla di fine ‘800 –  dove suona ogni venerdì sera, con la collaborazione di Curaro Dischi.

Ce ne sono ancora ma non sono infiniti. Tutti i venerdì a #massarosa #iconcertidirietto . Questo il sound check del concerto #6Per chi vuole partecipare link in bio o su www.esterina.it/live#esterina #esterinalive #indierock

Posted by esterina on Monday, August 17, 2020

LA MUSICA DEGLI ESTERINA CHE SOPRAVVIVE AL COVID

La pandemia ha cambiato il mondo in generale e il nostro mondo nel particolare”, spiega Fabio Angeli, cantante e chitarrista del gruppo. “Con la quarantena ci sono saltate un sacco di date e in generale sono cambiati tutti i nostri programmi, ma non ce la sentivamo di rimandare la possibilità di suonare dal vivo di un anno, come hanno scelto di fare i grandi organizzatori di eventi. Abbiamo pensato: ‘siamo piccoli, possiamo farcela’. Così, abbiamo deciso di organizzare un po’ di concerti, per il piacere delle persone nel partecipare ai live e per il bisogno nostro, vitale, di suonare”.

I concerti di Rietto
I concerti di Rietto

ESTERINA: I CONCERTI DI RIETTO

Tutti i venerdì a partire da luglio, nella campagna di Massarosa in provincia di Lucca, si sono susseguiti i live di musica rock, tra elettronica e post rock, su questo palcoscenico di legno, inserito in un contesto bucolico, fatto di presse di fieno distanziate per sedersi, con una capienza massima di 40/50 posti su prenotazione: da allora i posti sono sempre andati esauriti, mentre rimane ancora qualche posto libero per il 21 e 28 agosto, oltre che per l’ultima data di settembre. Ecco qualche bella immagine di questi concerti ambientati nella campagna lucchese…

– Claudia Giraud

www.esterina.it/live

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).