Uffizi d’estate: tornano a Firenze il cinema al Piazzale e gli spettacoli dal vivo nel museo

Passate da 23 a 48, le serate dedicate ai film del format Apriti Cinema sono uno degli appuntamenti clou dell’Estate Fiorentina 2018. Fino a settembre, inoltre, ogni martedì proseguono gli spettacoli e le performance di Uffizi Live

Apriti cinema
Apriti cinema

Anche quest’anno, ogni sera, decine di persone affollano il Piazzale degli Uffizi. Dopo il debutto del 2017, la rassegna Apriti Cinema è una delle “conferme eccellenti” nel palinsesto semestrale dell’Estate Fiorentina. Questa seconda edizione si presenta raddoppiata nella durata e rafforzata nell’offerta; tra le novità rilevanti c’è il ciclo Le stelle e il museo, con una selezione di pellicole dedicate alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico conservato in gallerie e pinacoteche internazionali. Introducendo le 48 serate di cinema – tutte a ingresso gratuito – in programma fino all’11 agosto, Jacopo di Passio, Presidente della Fondazione Sistema Toscana – soggetto cui è affidata la curatela dell’appuntamento, in collaborazione con Quelli dell’Alfieri – aveva osservato: “siamo disabituati a vivere gli spazi pubblici in forma civile”. Il riferimento era alle “forme di degrado e incuria” che, in passato, hanno interessato anche il Piazzale tra le due ali della Galleria degli Uffizi. C’è da chiedersi se, dopo la positiva esperienza della scorsa estate, lo spostamento delle notti di cinema sotto le stelle da Piazza Santissima Annunziata – adeguatamente “risarcita” con il festival Musart, che avrà tra i protagonisti anche Roberto Bolle – al piazzale a due passi da Palazzo Vecchio possa finire per acquisire un rilievo quasi “sentimentale”. Il silenzio, la ridotta illuminazione, la scelta di condividere la visione di un film all’aperto potranno alimentare, soprattutto tra i fiorentini, una sorta di “senso di riappropriazione” nei confronti di uno dei luoghi più iconici – ma talvolta talmente affollato e convulso da risultare impraticabile – della città?

Apriti cinema
Apriti cinema

DA ADRIAN PACI AD ALTERAZIONI VIDEO, ASPETTANDO MARINA ABRAMOVIC

Il coinvolgimento di dodici festival internazionali è uno degli aspetti qualificanti l’intera rassegna. Settimana dopo settimana, infatti, la programmazione di Apriti Cinema è il risultato dello “sforzo congiunto” di realtà attive, non solo nella scala cittadina, anche nel resto dell’anno: Lo Schermo dell’arte, Festival dei Popoli, River to River, Middle East Now – con quattro serate identificate da altrettanti colori e filoni tematici -, Florence Korea Film Fest, Dragon Film Fest, Cinema e Donne, Balkan Florence Express, Florence Queer Festival, il festival Entomusicale, il N.I.C:E. e Una Finestra sul Nord. Mini-cicli curati da questi soggetti si sommano ad alcune serate speciali. Ogni giovedì, l’appuntamento è con la rassegna di film provenienti dal Premio Fiesole ai Maestri del Cinema – iniziativa curata dal Comune di Fiesole, insieme a Fst e Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani -; sulla Resistenza e sulla Liberazione si concentra il ciclo Libera Italia!, con un evento sviluppato insieme alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana; in omaggio ai fratelli Taviani – e nel segno del ricorso del regista Vittorio Taviani, scomparso lo scorso marzo -, la notte di San Lorenzo sarà celebrata con la proiezione del film omonimo; previsto anche un tributo a Ingmar Bergman, nel centenario della nascita. Per gli “art addicted” di base o di passaggio a Firenze la serata da tenere d’occhio, nel mese di luglio, è il lunedì, quando Apriti Cinema porta la firma de Lo Schermo dell’Arte Film Festival. La nona del progetto Notti di mezza estate, tra i titoli in cartellone, prevede anche Believe me, I am an Artist di Adrian Paci; il “turbofilm” Black Rain del collettivo di artisti Alterazioni Videotra i protagonisti di Manifesta 12 -; e Tre Titoli dell’artista pugliese Nico Angiuli. In programma – domenica 22 luglio – anche Marina Abramovic – The Artist is present di Matthew Akers, “preludio” della retrospettiva sull’artista serba in apertura, a settembre, a Palazzo Strozzi.

DAL 2019 UFFIZI LIVE ANCHE A PALAZZO PITTI E BOBOLI

Scelti tra oltre 550 candidature pervenute in seguito al lancio del bando, i 15 progetti del format Uffizi Live animeranno gli spazi interni del principale museo fiorentino fino a settembre. Per il terzo anno consecutivo, ogni martedì la Galleria diventerà un “palcoscenico” aperto a compagnie e singoli artisti che, dal vivo, proporranno performance concepite in dialogo con le opere d’arte della collezione museale. Il Direttore Eike Schmidt, che coadiuvato dal Dipartimento Informatica, Strategie Digitali e Promozione Culturale delle Gallerie degli Uffizi e con la consulenza di alcuni esperti esterni ha selezionato i protagonisti del programma di quest’anno, contraddistinto da una marcata vocazione internazionale, ha già annunciato l’estensione dell’iniziativa Uffizi Live. A partire dal 2019, l’offerta di spettacoli dal vivo sarà infatti estesa anche a Palazzo Pitti e al Giardino di Boboli e verrà proposta non solo nel periodo estivo.

– Valentina Silvestrini

www.estatefiorentina.it
www.uffizi.it

Dati correlati
Spazio espositivoGALLERIA DEGLI UFFIZI
IndirizzoPiazzale Degli Uffizi 1 - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.