Torino Updates: ecco le acquisizioni della Fondazione CRT ad Artissima. Kentridge, Mangano, Uriel, Feldmann, Chagas, a favore di GAM e Castello di Rivoli

Cinque opere di valore commerciale complessivo di circa 360mila euro, che saranno concesse in comodato gratuito alla GAM di Torino e al Castello di Rivoli. Anche quest’anno la Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT conferma il proprio impegno nelle acquisizioni ad Artissima, con le acquisizioni effettuate con la consulenza di un Comitato Scientifico internazionale […]

William Kentridge - City of Moscow (Map: Geodetic Bureau for the planning of the City of Moscow, 1940)

Cinque opere di valore commerciale complessivo di circa 360mila euro, che saranno concesse in comodato gratuito alla GAM di Torino e al Castello di Rivoli. Anche quest’anno la Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT conferma il proprio impegno nelle acquisizioni ad Artissima, con le acquisizioni effettuate con la consulenza di un Comitato Scientifico internazionale composto da Sir Nicholas Serota, Manuel Borja-Villel, Rudi Fuchs e i direttori dei due musei Danilo Eccher e Beatrice Merz.
Questa l’opera acquisita a favore della GAM:
William Kentridge
City of Moscow (Map: Geodetic Bureau for the planning of the City of Moscow, 1940), 2009
Arazzo 402 x 426 cm, ed. 1 di 6 + 2 ap
Galleria Lia Rumma
Questa l’opera acquisita a favore della videoteca della GAM:
Domenico Mangano
Birds singing, sandy ground, 2014
Video HD, 54 min.
Galleria Magazzino
Queste le opere acquisite a favore del Castello di Rivoli:
Orlow Uriel
Unmade film, 2012 – 2013
Installazione completa
Galleria Laveronica
Hans-Peter Feldmann
Untitled (Sunday Pictures), 1976
21 posters, litografie con stampa offset, dimensioni variabili
Galleria Richard Saltoun
Edson Chagas
Tipo Passe, 2014
5 ritratti maschere africane, 80 x 100 cm + cornice in legno; stampa C print
Galleria Apalazzo

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.