Quando la videoarte è un gioiello. Thorsten Kirchhoff realizza il promo aziendale della Maison Valadier. Tra bracciali e pietre preziose un altro esempio di mecenatismo

La tradizione del settore è ormai definibile tale. Tradizione, appunto, perché è sempre più diffuso il ricorso da parte di case di moda e maison di tutto il mondo dell’artista utilizzato come regista, cineasta e creatore di concept per i commercial promozionali, gli spot televisivi dedicati al singolo prodotto, i piccoli filmati aziendal-istituzionali (Yang Fudong per […]

La tradizione del settore è ormai definibile tale. Tradizione, appunto, perché è sempre più diffuso il ricorso da parte di case di moda e maison di tutto il mondo dell’artista utilizzato come regista, cineasta e creatore di concept per i commercial promozionali, gli spot televisivi dedicati al singolo prodotto, i piccoli filmati aziendal-istituzionali (Yang Fudong per Prada, Chris Cunningham per Gucci e molti altri). Di solito, tuttavia, succede per le grandi aziende. Sono loro quelle ad avere la forza di mettere in piedi megaproduzioni di questo genere. In questo caso, invece, è una piccola realtà dell’eccellenza artigianale italiana a farla da protagonista: Valadier.
Valadier è uno storico importatore di pietre preziose e gioielliere romano con solide radici nel nostro miglior Ottocento: alcuni tra i proprietari sono collezionisti e non è la prima volta che la loro sensibilità si è avvicinata all’arte contemporanea (i gioielli disegnati da Pietro Consagra, per dire). Questa volta i Valadier hanno optato per un video e per realizzarlo hanno chiamato Thorsten Kirchhoff, artista tedesco spesso di stanza a Roma, che ha decisamente centrato l’operazione mettendo a punto (“su un’idea di storia che mi ha suggerito l’azienda, ma che poi ho rielaborato”, ci racconta l’artista) il prodotto che vi mostriamo, in maniera inedita, qui. Un percorso elegante e glamour che però, a partire dalla scena dell’acquisto di un gioiello da parte di una cliente di cui non si vedrà mai il volto, riesce a valorizzare le caratteristiche della casa: ricerca delle migliori pietre preziose, perizia artigianale, eccellenza. Lavoro artigianale che è stato posto in essere anche per realizzare il video promozionale. Girato in full hd, ma con lenti cinematografiche e con una vera e propria troupe di professionisti. “Per My Life in The World of Valadier – ci spiega Kirchhoff – mi sono occupato personalmente anche di realizzare la colonna sonora: l’ho composta io”.

Ma che tipo di distribuzione e divulgazione avrà questo video? Appena sarà completato il nuovo sito della Valadier (oggi vi sono i lavori in corso) sarà pubblicato lì e poi l’idea è quella di caricarlo su alcune chiavette usb da confezionare in cofanetti e da inviare ai migliori clienti e contatti dell’azienda. Come fossero gioielli.

www.thorstenkirchhoff.com
www.valadier.it


  • So quello che dico

    Thorsten Kirchhoff è danese, NON tedesco,

  • Oliviero

    E ci voleva un artista per fare questa roba? meglio la musica francamente

  • sara

    scusate, ma trovo questo video a tratti imbarazzante.
    per non parlare della colonna sonora… (!)
    Sono l’unica?

  • Lalla

    “un altro esempio di mecenatismo”, ad Artribune interessa forse fare un favore alla Maison Valadier… a Kirchoff, che ha tutto il diritto di fare le sue sacrosante marchette, no di sicuro