Per la Berlinale è una ricorrenza importante: cento anni dalla prima guerra mondiale e venticinque dalla caduta del Muro. Per l’occasione il Festival, che non nasconde la sua vocazione politica, ha deciso di aprire con un film diretto da una donna, ospitando molte pellicole con protagoniste femminili. Ha deciso di inserire il film senza crediti di Jafar Panahi, che in Iran ha il divieto di girare film, e ha incluso nel concorso la feroce accusa al Vaticano di Pablo Larrain con El Club.
Mentre critici e addetti ai lavori raccontano le complesse visioni di un mondo globalizzato, negli alti palazzi intorno all’Alexander Strasse si decidono le sorti della cultura, in uno sforzo congiunto per la promozione dei nuovi talenti, per lo scambio delle conoscenze, per l’ampliamento dei mercati e per una riorganizzazione dei sistemi di produzione e distribuzione dei prodotti mediatici, aggiornato all’era digitale.

In questa intervista ci parla di tutto una delle voci più autorevoli in Europa: l’Onorevole Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura e Istruzione e componente supplente della Commissione Diritti della Donna e Uguaglianza di Genere e della Commissione per le Libertà Civili, la Giustizia e gli Affari Interni. Nonché ex Vicepresidente della Delegazione per le Relazioni con l’Iraq del Parlamento europeo.

Federica Polidoro

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.