Stile, progetto, creatività, economia, relazioni, paesaggio, sostenibilità, tecnologia, impresa, intimità, comunità, famiglia. Tutto questo è “casa”. Tutto questo è il pensiero dell’abitare, nella pratica costante che reinventa gli spazi del quotidiano, attraverso il design e l’architettura. E tutto questo è, da ben cinquantatre anni, il Salone Internazionale del Mobile di Milano. Comincia oggi la calda settimana meneghina tutta dedicata al mondo degli arredi e della progettazione, della bellezza che incontra la funzionalità, della ricerca architettonica contaminata, spesso e volentieri, con le arti visive, col food, col cinema, con la letteratura, la musica, la filosofia o la sociologia. Milano in festa, dal 7 al 13 aprile 2014, traboccante di eventi e di ospiti internazionali, di nuove collezioni, di marchi da scoprire, di presentazioni tra stand, showroom, piazze, boutique, mega store, gallerie.

E difendendo un primato antico, riconosciuto in tutto il mondo, il Salone – insieme ai 650 giovani designer delSaloneSatellite e al gigantesco circuito del Fuorisalone – sciorina i numeri dell’edizione precedente, contando su un nuovo successo in termini di qualità e di quantità: 698 i visitatori nel 2013, di cui 193.024 stranieri, più oltre 38.000 presenze di pubblico nel weekend e 6.578 operatori della comunicazione giunti in città per l’occasione. Una nuova sfida alla crisi è dunque alle porte, con previsioni ottimistiche: 1.400 gli espositori quest’anno, distribuiti su una superficie di 152.300 metri quadrati, per un indotto calcolato di 200 milioni di euro.
Insieme alle news in tempo reale, Artribune seguirà la design week milanese anche sulla rubrica Television. In arrivo una selezione di contenuti video – tra interviste, mostre, iniziative, progetti di vari brand – per darvi ancora suggerimenti, suggestioni, spunti, news dalla grande kermesse primaverile dedicata all’icona per eccellenza: la casa, come spazio privato, sociale, simbolico, funzionale.

Helga Marsala

www.cosmit.it
www.fuorisalone.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.