Londra non si ferma più: nel 2018 aprirà il nuovo Architecture Studio firmato Chipperfield

Una donazione milionaria per costruire il nuovo Architecture Studio della Royal Academy of Arts. A pochi giorni dalla presentazione del nuovo Exhibition Road Quarter del V&A Museum da Londra arriva la notizia di un nuovo ambizioso progetto firmato Chipperfield e di un premio per giovani architetti talentuosi.

The Royal Academy’s north facing entrance, Burlington Gardens © Hayes Davidson
The Royal Academy’s north facing entrance, Burlington Gardens © Hayes Davidson

Con centinaia di nuovi edifici, cantieri in corso e concorsi da record, Londra è l’epicentro dell’architettura contemporanea. A conferma di questo primato, si aggiunge ora l’annuncio di un ambizioso programma con cui, dal prossimo anno, la Royal Academy of Arts rafforzerà il suo secolare impegno nella promozione della cultura architettonica. Grazie a una donazione milionaria della Dorfman Foundation, nuovi spazi dedicati all’architettura saranno infatti inclusi nell’imponente intervento che David Chipperfield sta portando avanti dal 2015, con cui l’edificio dei Burlington Gardens verrà restaurato e collegato all’antistante Burlington House, dal 1868 sede della RA.

ACCESSO GRATUITO E SERVIZI AGGIUNTIVI

Come la Head of Architecture e Heinz Curator Kate Goodwin ha spiegato alla stampa, riunita nel cuore di Piccadilly, le storiche Senate Rooms saranno trasformate in un nuovo Architecture Studio con café, “uno spazio ad accesso gratuito che offrirà finalmente una sede adeguata per le esposizioni temporanee, coinvolgendo il pubblico in un dibattito aperto sull’architettura e le sue intersezioni con le arti”. Inoltre, nelle gallerie adiacenti allo Studio, una grande mostra d’architettura all’anno amplierà l’offerta espositiva dell’istituzione londinese. Ai nuovi spazi si aggiungono anche due nuovi riconoscimenti internazionali a cadenza annuale. Il Royal Academy Architecture Prize sarà “un premio alla carriera, conferito a un professionista, teorico o curatore che abbia saputo offrire un contributo duraturo e ispiratore alla disciplina”; al futuro dell’architettura sarà invece dedicato il Royal Academy Dorfman Award, che attribuirà un compenso di 10.000 sterline a un talento emergente. L’appuntamento per scoprire queste novità è fissato per il maggio 2018, quando, come parte delle celebrazioni per il suo 250esimo anniversario, la Royal Academy of Arts inaugurerà i nuovi spazi e premierà i vincitori della prima edizione dei prestigiosi riconoscimenti.

– Marta Atzeni

www.royalacademy.org.uk

CONDIVIDI
Marta Atzeni
Interessata alle intersezioni fra l'architettura e le arti, si è laureata in Architettura presso l’Università degli Studi Roma Tre con una tesi teorica sui contemporanei sviluppi delle collaborazioni fra artisti e architetti. Collabora con l’AIAC nell’organizzazione di eventi, mostre e workshop; è parte del network di GVultaggio Architecure & Design.