Italianen

Cos’è Berlinitaly? Semplicemente un network, collegato a tutti gli altri social network, per ampliare e intensificare relazioni, scambi e occasioni di business fra italiani e tedeschi. Una vetrina, diciamo, per liberi professionisti, agenzie e aziende che intendono offrire i propri servizi non solo agli italiani residenti in Germania, ma a tutti coloro che dell’Italia apprezzano la creatività e la professionalità.

BerlinItaly

Berlinitaly è nato nel 2010 su iniziativa di undici professionisti italiani e tedeschi, spinti verso la creazione di questa piattaforma soprattutto a causa del crescente flusso di italiani che da qualche anno si muove verso la Germania: se prima le destinazioni preferite per gli scambi lavorativi e culturali erano Inghilterra e Spagna, ora molti architetti e non si indirizzano verso Berlino (ma anche Amburgo, Monaco, Francoforte ) poiché attratti da un basso costo della vita – affitti low in  primis – e dalle molteplici occasioni lavorative proposte.
Berlino è apprezzata per i modi innovativi di gestire gli spazi destinati al lavoro”, dicono loro. E guardando con attenzione al mercato dell’architettura, “a Berlino esistono studi che riescono a vivere facendo solo concorsi: una condizione inesistente in Italia”, commenta Alessandro Melis, socio fondatore di Berlinitaly e architetto del gruppo Helipolis21.

Berlinitaly

Il portale, sostenuto tra gli altri dalla Camera di Commercio italiana per la Germania e rilanciato il 29 marzo con un affollato incontro alla Gallery Fellini di Berlino, consiglia una serie di iniziative più o meno ludiche, appuntamenti, offerte, e un elenco aggiornato di professionisti di vario genere a cui fare riferimento. Quantomeno, un buon e affidabile punto di partenza, per chi vuole iniziare con slancio una nuova carriera in Germania.

Giulia Mura

www.berlinitaly.de

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #7

 

CONDIVIDI
Giulia Mura
Architetto specializzato in museografia ed allestimenti, classe 1983, da anni collabora con il critico Luigi Prestinenza Puglisi presso il laboratorio creativo PresS/Tfactory_AIAC (Associazione Italiana di Architettura e Critica) e la galleria romana Interno14. Assistente universitaria, curatrice e consulente museografica, con una forte propensione all'editoria e allo sviluppo di eventi e progetti culturali, per il magazine PresS/T letter e per il format Archilive ha curato una rubrica sui libri d'architettura. È stata caporedattrice per la rivista araba Compasses e da anni collabora come freelance per testate italiane e straniere; con continuità è presente nella versione online e onpaper di Artribune. È co-founder di Superficial, studio creativo di base a Roma che si occupa di ricerca e sviluppo di progetti incentrati su: comunicazione, immagine, architettura, design, cultura, eventi, branding.