Torna il Gallery Weekend di Berlino. Il format ormai consolidato torna per il tredicesimo anno

Tra i pochi “weekend delle gallerie” sopravvissuti in Europa, quello di Berlino si svolge tra il 28 e il 30 aprile all’interno di un format già consolidato. Sono 47 gli spazi che aderiscono quest’anno contro il 52 dell’anno precedente.

Gallery Weekend Berlin
Gallery Weekend Berlin

Proprio mentre il mondo dell’arte osserva con interesse le operazioni culturali e finanziarie che ruotano intorno alla nascente Art Berlin, la fiera che si terrà a Berlino il prossimo settembre, la capitale tedesca si prepara ad accogliere migliaia di art-addicted per l’evento d’arte contemporanea più importante dell’anno. Si tratta del Gallery Weekend Berlin, che nell’ultimo weekend di aprile coinvolge, come ogni anno, gallerie private e istituzioni pubbliche in opening simultanei e aperture fino a tarda sera. Un sistema ormai rodato che a Berlino rispetto ad altre capitali dell’arte europee sembra resistere al tempo. Eh si, perché erano tante le città che fino a qualche anno fa avevano la loro notte bianca dell’arte contemporanea – come non pensare a Milano con Start -, ma Berlino è forse l’unica realtà in cui la manifestazione è sopravvissuta mantenendo alto l’interesse di galleristi e di visitatori provenienti dalla Germania, ma anche dall’estero e assumendo dimensioni quasi festivaliere. Partito nel 2004 su iniziativa privata di alcune gallerie berlinesi, il Gallery Weekend Berlin è nel tempo cresciuto affermandosi come uno dei principali eventi per l’arte contemporanea di tutto il paese. Merito delle quarantasette gallerie che aderiscono all’iniziativa e che condividono non solo il sito e l’opening collettivo ma anche un programma culturale di ottimo livello che promette di non deludere chi deciderà di trascorrere il weekend a Berlino.

LE MOSTRE DA NON PERDERE

Tra giovani promesse e star internazionali sono tante le mostre interessanti in città dal 28 al 30 aprile 2017. Eigen+Art inaugura una mostra di Olaf Nicolai, Carlier Gebauer ospita una personale di Thomas Schütte, mentre Roni Horn è di scena da Michael Fuchs. Candice Breitz in mostra da KOW racconta nella poetica installazione Love Story la complessa condizione in cui sopravvivono i rapporti umani per le persone costrette a fuggire dal proprio paese a causa dell’oppressione e della guerra. Dara Friedman porta, invece, da Supportico Lopez un progetto a metà tra teatro e poesia realizzato proprio a Berlino nell’ottobre 2016, mentre Ian Kiaer presenta una serie opere inedite da Barbara Wien.
Molti anche i musei e le istituzioni pubbliche che sostengono la Gallery Weekend Berlin con iniziative ed aperture straordinarie. Da non perdere al KW Institute for Contemporary Art la visione di Line Describing a Cone opera iconica dell’artista e regista inglese Anthony McCall datata 1973 e al Museum Frieder Burda l’antologica di Sigmar Polke. La Berlinische Galerie punta sulla doppia personale di John Bock e di Christine Streuli, mentre il Museo Berggruen ospita una mostra dedicata a Pablo Picasso e alla sua epoca.

Mariacristina Ferraioli

Gallery Weekend Berlin
28 – 30 April 2017
Venerdì 18-21
Sabato e Domenica 11-19
http://www.gallery-weekend-berlin.de/

Lista delle gallerie partecipanti e degli artisti in mostra

Arratia Beer, Fernanda Fragateiro / Galerie Guido W. Baudach, Jürgen Klauke / Blain I Southern, Jonas Burgert / Galerie Isabella Bortolozzi, Symonds Pearmain A/W 2017 / BQ, Matti Braun / Galerie Buchholz, Caleb Considine; Melvin Edwards / Buchmann Galerie, Tatsuo Miyajima; Lawrence Carroll / Capitain Petzel, Charline von Heyl /carlier I gebauer, Thomas Schütte / ChertLüdde, Kasia Fudakowski / Mehdi Chouakri, Charlotte Posenenske / Contemporary Fine Arts, Katja Strunz; Bjarne Melgaard / Delmes & Zander, Jesuis Crystiano / Galerie Eigen + Art, Olaf Nicolai; !Mediengruppe Bitnik / Konrad Fischer Galerie, Edith Dekyndt / Michael Fuchs Galerie, Roni Horn / Gerhardsen Gerner, Markus Oehlen / Galerie Michael Haas, Jordi Alcaraz; Gino Rubert; Antoni Tápies / Galerie Max Hetzler, Günther Förg; Toby Ziegler / Kewenig, Jannis Kounellis / Kicken Berlin,”Sibylle Bergemann In Dialogue” /Klemm’s, Viktoria Binschtok / Helga Maria Klosterfelde Edition, Kay Rosen/ König Galerie | Jose Dávila, Michaela Meise, Anselm Reyle / KOW, Candice Breitz / Kraupa-Tuskany Zeidler, Guan Xiao / Tanya Leighton, Van Hanos / Daniel Marzona, Bernd Lohaus / Meyer Riegger, Eva Kot’átková / Galerie Neu, Andreas Slominski /neugerriemschneider, Michel Majerus / Galerie Nordenhake, Spencer Finch / Peres Projects, Brent Wadden / Galeria Plan B, Iulia Nistor / PSM, Paolo Chiasera / Esther Schipper, Anri Sala; Angela Bulloch / Galerie Micky Schubert, Marieta Chirulescu /Galerie Thomas Schulte, Michael Müller / Société, Lu Yang / Sprüth Magers, Pamela Rosenkranz; Lucy Dodd / Supportico Lopez, Dara Friedman / Galerie Barbara Thumm, Teresa Burga / Galerie Barbara Weiss, Rebecca Morris / Wentrup, Olaf Metzel / Kunsthandel Wolfgang Werner, Martin Barré / Barbara Wien, Ian Kiaer / Żak | Branicka, Robert Kuśmirowski