Lo Strillone: l’elenco dei candidati per dirigere i venti super musei su La Repubblica. E poi Palazzo Alliata di Pietratagliata, Casino del Bel Respiro

Print pagePDF pageEmail page

Un interno di Palazzo Alliata di Pietratagliata

Un interno di Palazzo Alliata di Pietratagliata

Privilegiate le esperienze manageriali più che quelle legate alla tutela delle collezioni. È questo uno dei commenti de La Repubblica all’elenco dei candidati per dirigere i venti super musei, diffuso ieri dal Mibact. “Dieci candidati sono stati ammessi ai colloqui finali per ognuno dei venti siti posti a bando dal ministero. Ci sono italiani, ma anche diversi stranieri. Non mancano le sorprese. Per guidare gli Uffizi è avvantaggiato Stefano Carboni, direttore dell’Alt Gallery della Western Australia. Dietro di lui, a pari merito con altri, l’attuale direttore, Antonio Natali. Per la Galleria Borghese se la vedranno in cinque (fra i quali il solito Carboni e Anna Coliva, ora direttrice). In quattro musei archeologici il favorito è Franco Marzatico, che è stato direttore del Castello di Buonconsiglio a Trento”. Come si è arrivati alla selezione? “I nomi dei primi selezionati sono stati diffusi ieri dalla commissione ministeriale presieduta da Paolo Baratta, presidente della Biennale (1.200 sono state le domande totali ). Le graduatorie sono state compilate sulla base dei curricula, assegnando un punteggio ai titoli, alle pubblicazioni, alle esperienze acquisite”.

Guai parlarle di ultimi gattopardi: semmai ama definirsi prima tigre. Eppure la principessa Signoretta Alliata Licata di Baucina, la tigre, appunto, prima dama palermitana per carattere, spirito di iniziativa oltre che per la proprietà del probabilmente più bello, senz’altro meglio tenuto palazzo della città, è stanca di combattere”. Sul Corriere della Sera Isabella Bossi Fedrigotti parla dei destini di Palazzo Alliata di Pietratagliata, che nel corso dei secoli ha subito ampliamenti e restauri e oggi si presenta in vari stili: tardo gotico, barocco, rococò, neoclassico e neo gotico. “La principessa: ‘Costi troppo alti, lo vendo’”. Ecco il buen retiro statale dei Renzi: Panorama riprende il mezzo scoop del New Yorker, scoprendo che iI Casino del Bel Respiro, nel Parco di Villa Pamphilj, a Roma, da tempo chiuso alle visite anche solo sporadiche, è il luogo dove la moglie Agnese e i tre figli di Matteo Renzi vengono talvolta a trovarlo.

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community