Ecco come sarà il nuovo Museo dell’Accademia di Belle Arti di Bari. Primi passi per il BARCA, inaugurazione in ottobre

Print pagePDF pageEmail page

Gli spazi dell’Ex Convento di Santa Chiara a Mola di Bari, che ospiteranno il BARCA

Gli spazi dell’Ex Convento di Santa Chiara a Mola di Bari, che ospiteranno il BARCA

L’apertura è prevista per ottobre, ma un primo “assaggio” sarà possibile già attraverso un incontro in programma per venerdì 17 luglio – alle 18.30 – nel Chiostro dell’Ex Convento di Santa Chiara a Mola di Bari. Di che stiamo parlando? Del BARCA, acronimo marino che richiama il nuovo Museo dell’Accademia di Belle Arti di Bari, nel suo distaccamento in provincia, sulla costa. Il progetto, in via di definizione, è salutato da una serie di attività che ne precedono il pieno funzionamento: da una pubblicazione che fa una ricognizione sulla storia accademica – non senza un omaggio a Cristiano de Gaetano, artista scomparso nel 2013, grande talento e figura emergente della giovane arte italiana- all’incontro di venerdì che vedrà tra i partecipanti, insieme al direttore dell’Accademia Giuseppe Sylos Labini, i docenti – Giancarlo Chielli, Maria Vinella e Antonella Marino – e rappresentanti di istituzioni come Andrea Viliani, direttore del Madre di Napoli.
La riflessione in progress riguarda la forma giuridica del progetto che si orienta verso la Fondazione, ma anche la struttura e le attività. Primo step in autunno una mostra collettiva con gli artisti-docenti dell’Accademia quali Raffaele Spizzico, Roberto De Robertis, Michele Depalma, Mario Colonna, Mimmo Conenna, Giuseppe Sylos Labini, Paolo Lunanova, Pippo Patruno. Ma si parla anche di una collezione, in una Bari che ha aperto la stagione estiva piena di promesse verso il mondo dell’arte contemporanea, in attesa di compierle in chiusura 2015.

– Santa Nastro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community