I vip dell’arte scelgono Phillips? Da Tommy Hilfiger a Paul Allen, ecco com’è andata l’asta a New York

Top lot è risultato – come facilmente prevedibile – Düsenjäger di Gerhard Richter, stupendo dipinto del periodo fotorealistico del miliardario Paul Allen venduto per 25.565.000 dollari

Düsenjäger, di Gerhard Richter
Düsenjäger, di Gerhard Richter

Non ci sono soltanto le due “sorelle” Christie’s e Sotheby’s a definire una settimana di aste newyorkesi che – che diverse inflessioni – ha comunque portato un po’ di sereno su un mercato dell’arte che viveva un periodo di bassa. Anche Phillips ha infatti messo a segno ottimi colpi, con un importante totale di 111 milioni di dollari per la Evening Sale dedicata all’arte contemporanea e del XX secolo. Una vendita caratterizzata da un prestigioso nucleo di lotti della collezione dello stilista Tommy Hilfiger, 5 opere di Jean-Michel Basquiat, Damien Hirst, Andy Warhol, Jean Dubuffet e Keith Haring tutte risultate vendute. Il top lot è comunque risultato – come facilmente prevedibile – Düsenjäger di Gerhard Richter, stupendo dipinto del periodo fotorealistico del miliardario Paul Allen venduto per 25.565.000 dollari, poco sopra alla stima minima. Fra gli highlights della serata si inserisce di diritto Nudes in Mirror di Roy Lichtenstein, del 1994, aggiudicato a 19 milioni di dollari, appeno sotto la stima di 20 milioni, mentre Senza titolo XXVIII di Willem de Kooning (1977) è andato venduto a 11.4 milioni di dollari.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.