Mostra del Cinema di Venezia al via. Prime impressioni (e prime immagini) da un Lido blindato

Continui controlli di sicurezza, aree della mostra chiuse totalmente al traffico, calma quasi surreale. Ma cresce l’attesa per il musical La La Land e gli interpreti Ryan Gosling e Emma Stone

Mostra del Cinema, Venezia (foto Mariagrazia Pontorno)
Mostra del Cinema, Venezia (foto Mariagrazia Pontorno)

Prima annotazione d’obbligo per l’omaggio ad Abbas Kiarostami, il grande regista iraniano scomparso a Parigi ai primi di luglio, tante volte protagonista alla Mostra del Cinema, che lo ricorda nella prima giornata con la proiezione di 2 suoi cortometraggi e un documentario a lui dedicato. Ci mettiamo in fila, ordinata, anche noi, vi racconteremo. File ordinate: è questa, se vogliamo, la cifra che identifica le prime ore di questa edizione, la calma quasi surreale scandita dai continui controlli di sicurezza, con le aree della mostra chiuse totalmente al traffico (per scongiurare attentati stile promenade a Nizza). Tutto procede sorprendentemente calmo e tranquillo, persino lo storico alimentari – normalmente preso d’assalto – è quasi vuoto, mentre si trovano facilmente i posti a sedere nella zona chill-out del giardino.

COMPLETATA LA CITTADELLA DEL CINEMA
L’ingresso alle aree della mostra avviene solo attraverso accessi controllati, impossibile pensare di introdurre bagagli, in un’atmosfera decisamente blindata: scendendo dai vaporetti non si entra direttamente al giardino del Casinò, ma occorre superare nuovi recinti transennati. Ferve, ovviamente, l’attesa per stasera con il musical La La Land e con gli interpreti Ryan Gosling e Emma Stone, ma l’atmosfera da festival si leggerà pienamente domani. Dato interessante: è stato finalmente completata l’ultima area vuota nell’”urbanistica” del Palazzo del Cinema, ed è stata costruita una ulteriore sala, la sala giardino, un grande cubo rosso. In questo modo è giunto a termine il progetto di una vera e propria cittadella del cinema, e la mostra è finalmente strutturata anche da un punto di vista architettonico, di pianta e di numero di sale, che permettono una programmazione diversificata.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.