Italiani in trasferta. I pilastri della terra di Virginia Zanetti in India. Residenza, workshop, mostra e diverse performance “cosmiche”: ecco le immagini

“Il lavoro esplora il concetto di Risurrezione attraverso il movimento di verticalità che supera la forza di gravità – sfidando la morte intesa anche in senso metaforico – si ribalta la postura naturale con un atto di volontà”. Con queste parole l’artista e performer toscana Virginia Zanetti introduce il concept de I pilastri della terra, […]

Il lavoro esplora il concetto di Risurrezione attraverso il movimento di verticalità che supera la forza di gravità – sfidando la morte intesa anche in senso metaforico – si ribalta la postura naturale con un atto di volontà”. Con queste parole l’artista e performer toscana Virginia Zanetti introduce il concept de I pilastri della terra, un ampio progetto performativo al quale lavora da tempo: e che ora è riuscita a sviluppare durante una residenza in India, grazie al sostegno dell’iniziativa di Movin’Up II, promossa dal Ministero per i Beni Culturali e dal GAI – Giovani Artisti Italiani. Nel subcontinente l’artista ha collaborato con il Gram Art Project in alcune aree rurali di Goa e vicino a Nagpur (nei villaggi Melghat e Paradsingha) per sviluppare il progetto insieme alla popolazione locale. Parte del lavoro realizzato ha dato vita ad una lecture e mostra personale – curata da Valentina Gioia Levy – negli spazi del Museo Mog di Goa.
In questi luoghi Virginia Zanetti ha lavorato, attraverso alcuni workshop, per lo più con i figli di contadini dei campi di cotone e dei minatori, per realizzare insieme a loro queste azioni collettive tese ad esplicitare le potenzialità individuali e collettive dell’individuo nel contesto in cui si trova, spesso carico di contraddizioni. “Se ribaltiamo il nostro ‘punto di vista’”, precisa l’artista spiegando la genesi del titolo, “le persone stanno sorreggendo il mondo, diventando dei pilastri della terra. Si innesca un processo di costruzione collettiva di nuovi concetti da utilizzare per capovolgere il presente, con la possibilità di disegnare nuove vie. Una sfumatura determinante tra l’assumere un ruolo attivo o passivo nella società”. Nella fotogallery, immagini della mostra e delle performance realizzate in vari luoghi significativi per le persone che li vivono…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.