Serbinale a Berlino. La creatività emergente della Serbia di scena nella capitale europea del contemporaneo. Qui le foto

Gli autori e curatori del progetto Mia David e Zorana Daković Minniti hanno intitolato quest’edizione Voyage to Europe, una maniera di raccontare attraverso l’arte una lotta per un’Europa diversa. Berlino si conferma ancora fulcro delle dinamiche creative continentali, ospitando – fino al 6 dicembre – la seconda edizione di Serbinale, rassegna artistica incentrata sulla complessa […]

Gli autori e curatori del progetto Mia David e Zorana Daković Minniti hanno intitolato quest’edizione Voyage to Europe, una maniera di raccontare attraverso l’arte una lotta per un’Europa diversa. Berlino si conferma ancora fulcro delle dinamiche creative continentali, ospitando – fino al 6 dicembre – la seconda edizione di Serbinale, rassegna artistica incentrata sulla complessa realtà serba. Organizzata in collaborazione con il Centro di Cultura di Belgrado e il Ministero della Cultura della Repubblica della Serbia, la Serbinale riunisce artisti quali Igor Bošbjak, Uroš Durić, Siniša Ilić, Aleksandar Jestrović, Vladimir Milandinović, Nataša Tepavćević, Marko Tirnanić, Andrea Palašti & Jelena Vladušić e Dragana Žarevac. Noi ci siamo passati, per chi volesse dare un’occhiata a quel che si muove da quelle parti, ecco intanto un’ampia fotogallery…

Silvia Neri

serbinale.org

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Silvia Neri
Silvia Neri nasce a Vicenza nel 1985. Si laurea nel 2010 in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Padova con una tesi in Storia dell'Arte contemporanea su Cremaster 3 di Matthew Barney. Nel 2008/2009 collabora con il Centro Nazionale di Fotografia di Padova. Scrive dal 2010 per la rivista AreaArte e collabora con artisti per la realizzazione di video e cortometraggi e allestimento di esposizioni d'arte. Vive a Parigi dove studia Art Contemporain et Nouveaux Medias a un master recherche all'Université di Paris 8 e collabora con la Galerie Bernard Bouche.