Lo Strillone: gli occupanti del Teatro Valle sono inconcludenti figli di papà, così Gino Paoli a Il Giornale. E poi la Borsa del Turismo Archeologico di Paestum, Barilli racconta il mito di Augusto in mostra a Roma, il record di Warhol all’asta…

I rivoluzionari del Teatro Valle? Come “i figli di papà di Valle Giulia che, in nome del popolo, picchiavano i poliziotti, ossia i veri figli del popolo”: duro Gino Paoli intervistato da Il Giornale, in risposta alle accuse che gli occupanti muovono alla SIAE, di cui è presidente. Il passato ci salverà: dalla Borsa Mediterranea […]

Quotidiani
Quotidiani

I rivoluzionari del Teatro Valle? Come “i figli di papà di Valle Giulia che, in nome del popolo, picchiavano i poliziotti, ossia i veri figli del popolo”: duro Gino Paoli intervistato da Il Giornale, in risposta alle accuse che gli occupanti muovono alla SIAE, di cui è presidente. Il passato ci salverà: dalla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum Avvenire trae numeri e riflessioni sulla possibilità di sviluppare economie virtuose.

Il Warhol dei record battuto da Sotheby’s tiene banco su Quotidiano Nazionale, la Wunderkammer milanese del Poldi Pezzoli e delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo raccontata su Libero. Augusto alle Scuderie del Quirinale nella recensione firmata da Renato Barilli su L’Unità.

Da Caravaggio a Canaletto: i tesori dell’arte italiana esposti a Budapest conquistano il pubblico dell’Est e Il Venerdì; gioca d’anticipo Panorama, presentando la mostra che in Triennale omaggia – dalla prossima settimana – i quarant’anni di attività di Massimo Minini. L’Espresso a Bologna per Mazyar Mokhtari, Sette incontra Pellizza e il Quarto Stato al Museo del Novecento.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.