Lo Strillone: il logo di Giotto negli affreschi della Basilica Inferiore di Assisi su Quotidiano Nazionale. E poi Museo della Calzatura, 400 anni di Accademia della Crusca, Giosetta Fioroni al Macro…

Scarpe diem: occhiello spassoso per il reportage a doppia pagina che Pubblico dedica al misconosciuto Museo della Calzatura di Vigevano, custode dei primi episodi di tacco a spillo e di modelli vecchi di secoli. Un’occasione per riflettere sul comparto calzaturiero, tra i bassi della deindustrializzazione e l’exploit del gruppo Della Valle. Mostre curiose anche su […]

Quotidiani
Quotidiani

Scarpe diem: occhiello spassoso per il reportage a doppia pagina che Pubblico dedica al misconosciuto Museo della Calzatura di Vigevano, custode dei primi episodi di tacco a spillo e di modelli vecchi di secoli. Un’occasione per riflettere sul comparto calzaturiero, tra i bassi della deindustrializzazione e l’exploit del gruppo Della Valle. Mostre curiose anche su Libero: da Lodi ecco la Collezione Gorini, lascito del celebre imbalsamatore.

Firmato Giotto: un fondo su Quotidiano Nazionale per quel “GB” scoperto negli affreschi della Cappella di San Nicola nella Basilica Inferiore di Assisi; i quattrocento anni dell’Accademia della Crusca festeggiati da Cesare Segre su Corriere della Sera.

Capitolo mostre: una brevissima su L’Unità per Giosetta Fioroni al Macro; Il Fatto Quotidiano va in trasferta a Francoforte: alla Schirn Kunsthalle va in scena Privacy, collettiva con cui gli artisti lavano i panni sporchi in pubblico. L’epopea della bohéme al Grand Palais e Degas a Parigi su Avvenire; Francesco Bonami incontra Artschwager per La Stampa, in occasione della retrospettiva al Whitney.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.