Quindici alfieri (e un mentore tedesco) della giovane arte. Al Museum Biedermann di Donaueschingen passerella per la scena italiana

Weekend da bollino rosso. E non solo per i tanti che si affolleranno sulle strade verso le località vacanziere: anche per Artribune, che oggi condurrà i suoi lettori in diverse visite virtuali, anche oltreconfine. È il caso del Museum Biedermann, per raggiungere il quale tocca arrivare in Germania, fino a Donaueschingen, Foresta Nera, la località […]

L'inaugurazione, con l'opera di Marzia Migliora

Weekend da bollino rosso. E non solo per i tanti che si affolleranno sulle strade verso le località vacanziere: anche per Artribune, che oggi condurrà i suoi lettori in diverse visite virtuali, anche oltreconfine. È il caso del Museum Biedermann, per raggiungere il quale tocca arrivare in Germania, fino a Donaueschingen, Foresta Nera, la località dove si conviene che nasca il Danubio.
È qui che su iniziativa della Fondazione VAF, fondata nel 2001 dall’imprenditore Volker W. Feierabend, la cui attività lo ha portato a profondi legami con l’Italia, fino al 18 settembre è allestita la mostra Current Positions in Italian Art, che presenta opere di un gruppo di quindici artisti fra i quali al termine sarà selezionato il vincitore del Premio Fondazione VAF.
Gli artisti partecipanti? Da Francesco Arena a Veronica Botticelli, Giulia Caira, Aron Demetz, Mariana Ferratto, Luigi Gariglio, Michele Manfellotto, Marzia Migliora, Simone Pellegrini, Luana Perilli, Donato Piccolo, Mariagrazia Pontorno, Moira Ricci, Rosy Rox, Vincenzo Rulli, Massimiliano Zaffino. Consiglio per una sosta per chi passerà in zona quest’estate: per gli altri, un bel gruppo di immagini nella gallery…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.