Tutto Cattelan “steso” al Guggenheim. Il Maurizio nazionale celebrato a New York con una grande (l’ultima?) mostra antologica. E Artribune ve la fa vedere subito subito…

Certo non istituirà un nuovo modello di allestimento museale. E di sicuro non favorisce la comprensione dei singoli lavori, travolti in un vortice caotico e volutamente intricato. “All”, la retrospettiva di Maurizio Cattelan curata da Nancy Spector e appena inaugurata al Guggenheim di New York, si configura piuttosto come una nuova, grande opera unica. Una […]

Certo non istituirà un nuovo modello di allestimento museale. E di sicuro non favorisce la comprensione dei singoli lavori, travolti in un vortice caotico e volutamente intricato. “All”, la retrospettiva di Maurizio Cattelan curata da Nancy Spector e appena inaugurata al Guggenheim di New York, si configura piuttosto come una nuova, grande opera unica. Una specie di duchampiano Boîte-en-valise in versione monumentale. Le opere, infatti, nonostante siano tutte molto grandi, finiscono per sembrare poco più che modellini.
Noi vi regaliamo un’ampia gallery della mostra, voi in cambio diteci la vostra…

LEGGI ANCHE:
Cattelan appeso: siamo al gran finale?
Cattelan intervistato dal New York Times

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.