Teschi, mostri e leggende. In arrivo a Los Angeles un duo d’eccezione: Damien Hirst incontra Rankin, per una mostra “mitologica”…

Sono amici di vecchia data, Damien Hirst, il più famoso dei Young British Artists, e Rankin, poliedrico fotografo inglese noto per aver ritratto decine di modelle, celebrities e politici e aver firmato leggendarie campagne pubblicitarie (ma è anche il fondatore, insieme a Jefferson Hack, della famosa rivista Dazed & Confused). I due, pur lavorando in […]

Sono amici di vecchia data, Damien Hirst, il più famoso dei Young British Artists, e Rankin, poliedrico fotografo inglese noto per aver ritratto decine di modelle, celebrities e politici e aver firmato leggendarie campagne pubblicitarie (ma è anche il fondatore, insieme a Jefferson Hack, della famosa rivista Dazed & Confused). I due, pur lavorando in ambiti e con mezzi differenti, hanno in comune uno spiccato senso della provocazione, oltre che un’indubbia predilezione per le immagini forti. Per tutti i loro fan, è in arrivo una mostra a Los Angeles, nella galleria aperta dallo stesso Rankin, in programma dal 13 ottobre al 7 novembre. Tema dell’esposizione, come si intuisce dal titolo – Myths, Monsters and Legends – è la mitologia, soprattutto quella legata a figure mostruose come la Medusa o Cerbero, il cane a tre teste guardiano dell’Ade, riviste in chiave contemporanea.
Nella gallery qui sotto, una piccola anteprima delle fotografie che saranno esposte, molte delle quali vedono protagonista la modella Dani Smith, “musa” dichiarata della coppia di creativi made in Britain. E ci sono, guarda un po’, anche dei teschi…

– Valentina Tanni

www.rankinla.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell'arte, curatrice e docente. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba. Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. La sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e nuove tecnologie, con particolare attenzione alle culture del web. Nel 2001 ha fondato Random Magazine, uno dei primi magazine online dedicati alla Net Art, ed è tra i membri fondatori delle riviste d’arte contemporanea Exibart e Artribune. Ha curato numerose mostre in musei e gallerie, tra cui “Netizens”, “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati”, “Maps and Legends. When Photography Met the Web”, “Eternal September” e “Stop an Go. The Art of Animated Gifs”. È stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” e ha lavorato come docente per numerose istituzioni pubbliche e private (Università di Roma La Sapienza, LUISS, Istituto Europeo di Design, Fondazione Moderna Arti Visive).