Fra le mille feste veneziane, a tarda sera si anima la Guggenheim per la cena della Fondazione Golinelli. Ecco Chiccera…

L’invito prescriveva: dress code glam chic. E infatti non mancavano, le mise bizzarre ma senza oltrepassare il buon gusto, a cominciare dal momentaneo “padrone di casa”, Marino Golinelli, nell’immancabile coreana Mijake stavolta assai hollywoodiana. E la serata non ha deluso le aspettative, con tantissimi primattori che – molti a tarda sera, dopo altri impegni come […]

Golinelli con Achille Bonito Oliva

L’invito prescriveva: dress code glam chic. E infatti non mancavano, le mise bizzarre ma senza oltrepassare il buon gusto, a cominciare dal momentaneo “padrone di casa”, Marino Golinelli, nell’immancabile coreana Mijake stavolta assai hollywoodiana. E la serata non ha deluso le aspettative, con tantissimi primattori che – molti a tarda sera, dopo altri impegni come la festa Pinault – non hanno mancato di farsi vedere a Ca’ Venier dei Leoni. Ecco la fotocronaca – ci si perdonerà la qualità delle foto, dovuta al buio soffuso – di Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.