Updates Milano: corridoi mezzi vuoti pure in pieno sabato a MiArt. Che sia troppo facile dare la colpa al gran caldo?

Chiaro che avere a inizio aprile una temperatura da metà luglio non è certo la manna dal cielo per chi organizza fiere d’arte. Chiaro che stare così vicini al Salone del Mobile -l’unico evento che trasforma davvero Milano in una metropoli internazionale- ha dissuaso alcuni operatori, professionisti, imprenditori che avranno pensato “beh se devo andare a […]

Il MiArt Magazine con il suo aspetto un po' funereo. Chicchissimo, per l'amor del cielo, ma adatto a promuovere una fiera?

Chiaro che avere a inizio aprile una temperatura da metà luglio non è certo la manna dal cielo per chi organizza fiere d’arte. Chiaro che stare così vicini al Salone del Mobile -l’unico evento che trasforma davvero Milano in una metropoli internazionale- ha dissuaso alcuni operatori, professionisti, imprenditori che avranno pensato “beh se devo andare a Milano per il Salone come posso far su e giù anche tre giorni prima”. Chiaro tutto, per carità, ma per spiegare l’afflusso deludente (la parola precedente contiene eufemismo) di visitatori in una giornata cruciale per gli affari dei galleristi come quella del sabato fieristico, non possono bastare aspetti esogeni. Ed occorre forse discutere sulle strategie che la fiera adotta per comunicare se stessa all’esterno.
Ehggià perché se, da anni, lo strumento più avanzato di comunicazione di MiArt è una pseudo-rivistina snob, forzatamente e inutilmente elitaria, che farebbe passar la voglia anche al visitatore più motivato, che dovrebbe essere cavallo di troia internazionale con i risultati che sappiamo in termini di gallerie straniere, allora poi non bisogna lamentarsi se il sabato (il sabato!) tra i corridoi della fiera si poteva giocare a cricket…
E per carità di patria taciamo sullo stato del sito web, che della fiera è la prima vetrina nazionale e internazionale. Insomma, una registratina alla comunicazione è cosa indispensabile o è una fissa di noialtri di Artribune? Oh, l’intenzione non è criticare e basta, ma essere costruttivi e indicare dove si può migliorare. Chiaro?

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.