L’artista newyorkese Melissa McGill (1969) ha sviluppato un profondo rapporto personale con la città di Venezia, dove ha vissuto nei primi anni Novanta. Tra maggio e settembre 2019, in parallelo alla 58a Biennale d’Arte a Venezia, ha presentato Red Regatta, una serie di quattro performance site-specific su larga scala nelle vie d’acqua di Venezia: cinquantadue barche tradizionali con vela al terzo – tipica dell’Adriatico e caratterizzata dalla forma trapezoidale – hanno navigato in regata seguendo una coreografia. Le vele di ogni barca sono state dipinte dall’artista in diverse tonalità di rosso.
In questi giorni il suggestivo progetto riprende vita grazie alla pubblicazione di un volume edito da Marsilio Editore – con testi originali dell’artista, interventi di Silvio Testa, Chiara Spangaro e tutti i cinquantadue armatori che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa – e dall’apertura di una mostra presso la sede londinese della galleria Mazzoleni.

RED REGATTA, TRA LOCALE E GLOBALE

In Venice, questo il titolo della personale, propone opere correlate al progetto Red Regatta declinate attraverso diverse tecniche: rendering fotografici dipinti a mano dall’artista, lavori realizzati con la tela utilizzata per vele, opere su carta. E ancora fotografie, un’installazione in vetro, sculture sonore e una nuova serie di studi ad acquerello della Laguna di Venezia.
Red Regatta e le opere ad essa correlate parlano simultaneamente, da un lato, di una dimensione individuale, intima e locale, di cose ‘fatte a mano’ mentre, dall’altro, enfatizzano la comunità collettiva, pubblica e globale su larga scala. Riunire le persone, per un obiettivo comune, sia su scala intima sia collettiva, al centro del mio lavoro”, ha commentato Melissa McGill.

Dati correlati
AutoreMelissa McGill
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.