Nella performance Concerto Vietato si rievoca una circostanza storica poco conosciuta che riguarda l’utilizzo di lastre mediche di scarto per incidere – e quindi ascoltare e distribuire – musica proibita. “In un periodo in cui le attività culturali, teatrali, concertistiche sono state proibite, torna alla mente una storia molto particolare legata all’ex Unione Sovietica”, si spiega nella presentazione del progetto, “quando in quel paese era proibito ascoltare musica straniera, due ragazzi di Odessa iniziarono ad incidere le hit americane su delle lastre per radiografie, in modo da poterle contrabbandare in modo più semplice. La qualità del suono tuttavia era scarsa. Questo non fermò, però, il fiorire della diffusione di questi dischi
In questo concerto, nato dal dialogo tra Gian Maria Tosatti (Roma, 1980) e Pasquale Innarella, la musica contenuta nei vecchi dischi russi è stata “liberata” attraverso l’intervento di strumentisti che dialogano dal vivo con i pezzi originali.

www.spaziotaverna.it

Dati correlati
AutoreGian Maria Tosatti
Spazio espositivoSPAZIO TAVERNA
IndirizzoVia di Monte Giordano 36 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.