Raccontarsi è un esercizio complicato, prevede il mettere a nudo parti di sé spesso private o poco attinenti la dimensione pubblica. Tempo fa Iginio mi ha proposto un suo lavoro che prevedeva la mia partecipazione diretta alla realizzazione. Si trattava di rendere pubbliche delle conversazioni. Uno scambio professionale e amicale intorno alla preparazione di una sua mostra che facemmo anni fa negli spazi di AlbumArte, a Roma. Così come erano, senza alcun editing.” Inizia così il testo di presentazione che Claudio Libero Pisano ha scritto per l’azione poetica Sta scrivendo…, realizzata a Roma da Iginio De Luca lo scorso 22 dicembre (ve ne avevamo parlato qui). L’artista, come documenta questo video, ha girato per la città, dall’alba al tramonto, affiggendo in varie location dei manifesti che riproducono stralci del dialogo informale svoltosi tra lui e Pisano su una chat di Whatsapp.
Si parla poco del rapporto tra curatore e artista, dei legami che servono ad arrivare a una mostra finita”, continua Pisano, “la banalità di una conversazione in chat diventa veicolo per provare a capire di cosa è fatto il rapporto tra un curatore e un artista. Chi sono e perché sono decisivi l’uno per l’altro. Quei manifesti in giro per la città che mostrano frammenti di pensieri e parole rimettono finalmente l’artista e il curatore nel mondo degli imperfetti umani. Umani, che lavorano, mangiano e pagano le utenze”.

Dati correlati
AutoreIginio De Luca
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.