Per il duo Luftwerk, al secolo Petra Bachmaier e Sean Gallero, il 2019 è stato un anno nel segno di Ludwig Mies van der Rohe. A cinque decenni esatti dalla scomparsa dell’architetto e designer tedesco, due suoi progetti iconici hanno infatti ispirato altrettanti interventi temporanei curati dalla formazione statunitense, nata nel 2007. Dopo Geometry of Light, che ha debuttato lo scorso febbraio a Barcellona nel padiglione progettato da Mies van der Rohe e Lilly Reich, anche la celeberrima Farnsworth House a Plano, in Illinois, ha ospitato un’operazione analoga.
La riedizione statunitense dell’installazione ha accompagnato l’apertura della Biennale di Architettura di Chicago e ha previsto l’adozione di sistemi in larga parte già sperimentati nel corso della precedente esperienza. Ma con alcune novità. Sviluppato in collaborazione con l’architetto Iker Gil e con il supporto musicale del sound designer Oriol Tarrago, l’intervento si è basato sulla proiezione di linee di luce rossa nell’edificio e nel paesaggio circostante. Geometry of Light ha messo in evidenza gli elementi strutturali della dimora, incoraggiando gli spettatori a riflettere sulle sue peculiarità compositive. Nello stesso tempo, l’installazione ha cercato di ricostruire la “storia perduta” del sito in cui la casa è stata realizzata, rivelando le connessioni tra l’edificio e il paesaggio circostante.

– Valentina Silvestrini

http://luftwerk.net

https://farnsworthhouse.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.