Lo scorso 16 novembre un imponente corteo ha coinvolto un centinaio di artisti provenienti da tutta la Hudson Valley a Cold Spring, New York, in occasione della performance dell’artista italiana Marinella Senatore (1977). L’evento, commissionato da Magazzino Italian Art Foundation in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di New York, fa parte del progetto The School of Narrative Dance, che l’artista porta avanti ormai da diversi anni, e ha animato le strade di Cold Springs per oltre tre ore, in un susseguirsi di azioni e improvvisazioni.
Curata da Ylinka Barotto, la performance della Senatore ha coinvolto artisti locali di tutte le discipline creative – dalle cheerleader alle bande musicali, dai musicisti classici ai cori, dai ballerini agli atleti e attivisti locali – per dare vita a un’opera site-specific e partecipativa. Alla performance hanno partecipato anche migliaia di spettatori accorsi per l’occasione. The School of Narrative Dance, una scuola multidisciplinare basata sui processi sviluppati dall’artista, si distingue per l’attenzione all’emancipazione e alla valorizzazione attraverso l’espressione collettiva su larga scala di narrazioni significative.
L’azione è stata organizzata in occasione della mostra collettiva Non-Places and the spaces in Between, allestita presso l’Istituto Italiano di Cultura fino al 6 dicembre 2019.

Dati correlati
AutoreMarinella Senatore
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.