Edoardo Tresoldi (Cambiago, 1987) ha pubblicato un video che documenta la sua ultima fatica, l’installazione Etherea, realizzata in occasione del Coachella Valley Music and Arts Festival in California. L’installazione, di cui vi abbiamo ampiamente raccontato qualche settimana fa, è diventata subito una delle icone dell’edizione 2018 del festival, virale sui social e magazine di tutto il mondo. Composta da tre sculture trasparenti dalle forme identiche ma di dimensioni diverse con altezze crescenti di 11, 16,5 e 22 metri, Etherea era strutturata su un percorso percettivo crescente che utilizza l’architettura come luogo e strumento della contemplazione, uno spazio specifico dove il cielo e le nuvole sono state raccontate attraverso il linguaggio architettonico classico.
Realizzato da Vito Frangione e Fabiano Caputo, con la colonna sonora firmata dalla band di musica elettronica YOUAREHERE, il video esalta la dimensione onirica e immersiva dell’opera.
Commenta l’artista: “I festival sono uno spazio pubblico molto emozionante: le persone ne aspettano l’apertura per mesi per poi viverlo intensamente, consapevoli di vivere un tempo unico e denso che non ha passato né futuro. Forse un tempo libero dal tempo, sicuramente un tempo pubblico. Ho cercato di creare un luogo per quegli occhi e ritagliare uno spazio in quel tempo per alzare la testa e guardare il cielo, godendo di un momento semplice e intimo pur restando tra la folla. La musica lo fa.

Dati correlati
AutoreEdoardo Tresoldi
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.