Banksy aveva inaugurato il 2017 con l’ambizioso progetto del Walled Off Hotel, un albergo situato a Betlemme proprio di fronte al muro che divide i territori israeliani da quelli palestinesi. Per chiudere l’anno in bellezza, l’albergo “con la peggior vista al mondo”, così viene pubblicizzato, ha ospitato uno spettacolo di Natale molto particolare. Il misterioso artista inglese, la cui vera identità rimane ancora sconosciuta nonostante i molteplici tentativi di attribuirgli un volto e un nome, ha chiamato nientemeno che Danny Boyle, regista di Trainspotting e premio Oscar nel 2009 per The Millionaire, a dirigere la sua “recita natalizia”. Lo spettacolo, realizzato da Boyle secondo le indicazioni di Banksy, che tuttavia non ha mai incontrato, è stato co-diretto dalla regista palestinese Riham Isaac e interpretato da un gruppo di ragazzi e bambini locali.
In questo documentario possiamo assistere alla genesi del progetto, approfondendo la realtà del Walled Off Hotel e seguendo la produzione di Alternativity dall’inizio alla fine.

Dati correlati
Autore Banksy
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma e Milano. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020).