I suoi dipinti sono tra i più noti al mondo. Il dripping, la tecnica che lo ha reso popolare, ha introdotto un modo totalmente nuovo di approcciare la pittura, innescando una rivoluzione dalla quale è stato impossibile tornare indietro. Parliamo di Jackson Pollock (1912-1956) esponente di un movimento, l’Espressionismo Astratto, che ha segnato l’arte del secondo dopoguerra in America e non solo.
Ma come possiamo leggere le opere di Pollock oggi? Sono ancora in grado di comunicare con gli spettatori e in che modo? In questo straordinario video didattico della serie The Art Assignment, prodotto dai PBS Digital Studios, si ripercorre in poco più di dieci minuti l’intera carriera dell’artista, dagli esordi alla fama internazionale, cercando di spiegare, anche attraverso le parole dei critici che l’hanno sostenuto, come Clement Greenberg, quale sia la vera importanza della sua opera. Un’arte che va gustata come si fa con la musica, ascoltando il ritmo delle forme, godendo della mutevolezza della materia, perdendosi nella galassia della pittura.

ACQUISTA QUI il libro di Gregorio Botta su Pollock e Rothko

Dati correlati
AutoreJackson Pollock
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.