La curiosa fauna delle fiere d’arte. È questo il tema dell’ironico reportage di Frieze New York confezionato da W Magazine. La pubblicazione statunitense, che ha come focus il mondo del fashion, ma che non disdegna incursioni nel settore artistico, ha pubblicato Chameleons of the Art World a dieci giorni dalla chiusura della fiera Frieze, appuntamento primaverile imperdibile per tutti gli art addicted. Ispirandosi allo stile di montaggio e di narrazione dei documentari naturalistici (impossibile non pensare alla voce del mitico David Attenborough), mescolato con quello dei blog di urban style, il video mette insieme una divertente carrellata di personaggi e situazioni che chiunque frequenti un po’ il mondo dell’arte non farà fatica a riconoscere: dalle giovani assistenti di galleria ai collezionisti eccentrici, passando per le ricche signore appariscenti e gli onnipresenti hipster.

www.wmagazine.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.