Una serie di video commissionati da Tiffany & Co. (e prodotti da T Brand Studio) cerca di fare il punto sull’arte oggi, risalendo alle sue origini e mettendo sul tavolo le questioni scottanti del presente. Nel primo filmato della serie, che funge da cappello introduttivo, vediamo un carismatico Jerry Saltz impegnato a spiegare la nascita dell’arte, sotto forma di disegni incisi sulla parete di una grotta, e la sua complessa evoluzione. Un percorso che, passando per il Rinascimento e per il Dada, ci ha portato fino a oggi. In compagnia del critico americano ci sono anche tre giovani artisti: Kehinde Wiley, Shantell Martin e Oliver Jeffers.
Il progetto, intitolato New Ways of Seeing, prende spunto dalla famosa serie tv ideata da John Berger nel 1972 e andata in onda sulla BBC e prosegue la sua indagine su un tema ancora oggi cruciale: la nostra esperienza dell’arte in un’epoca caratterizzata da un sempre crescente proliferare di immagini. Negli episodi successivi compaiono molti altri artisti, tra cui Miranda July, Petra Cortright, Cory Arcangel e Douglas Coupland.

– Valentina Tanni

http://paidpost.nytimes.com/tiffany/new-ways-of-seeing.html

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.