Con una mostra della Royal Academy of Arts di Londra, che ricostruiva l’evoluzione del tema del giardino nell’arte moderna, è nata l’occasione di riportare in un film tutti i più recenti studi sul tema. Dalle bellissime e colorate visioni degli Impressionisti fino alle sperimentazioni più audaci, oniriche e simboliche dei movimenti d’avanguardia, il giardino è stato di grande ispirazione per la storia dell’arte. Matisse, Bonnard, Renoir, Kandinskij, Pissarro, Sorolla, Nolde, Libermann erano tutti appassionati di spazi verdi e fioriti.
Tra loro è Monet il più noto che si dedicò a questo tema e che gli deve parte della sua fama. Appassionato ed esperto orticoltore, coltivò ed allestì numerosi giardini in ciascuna delle sue residenze. Fu a Sainte-Adresse a Giverny, dove ancora oggi migliaia di visitatori vanno ad ammirare il ponte giapponese sullo stagno, che l’artista dipinse oltre 250 volte lo stesso soggetto nell’arco di oltre trent’anni, la cosiddetta serie de Le Ninfe.
Il film è anche un’opportunità per visitare alcuni dei più bei giardini del mondo raffigurati in opere d’arte: dal giardino di Bonnard a Vernonnet, in Normandia, a quello di Kandinskij a Murnau, in un’epoca storica caratterizzata dal ritorno alla natura e dalla fuga dal caos della vita moderna. Al cinema solo 24 e 25 maggio.

– Federica Polidoro

www.nexodigital.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.