È difficile definire Yinka Shonibare solo attraverso i media che usa. Artista poliedrico e multidisciplinare, è cresciuto in Nigeria e poi ha studiato Belle Arti al Byam Shaw School of Art e Goldsmiths College di Londra. Le sue creazioni, che fondono artigianato, pittura, scultura, costume e qualche volta anche la video installazione, sono contaminate quindi da entrambe le fonti geografiche, con un effetto finale ludico e bizzarro.
Da qualche tempo poi l’artista ha lanciato un’iniziativa per aiutare i giovani talenti del mondo dell’arte, provenienti da qualsiasi disciplina, mettendo a disposizione uno spazio del suo studio per un’esposizione di un mese.
Il Guest Project Space è una piattaforma vitale e interessante per il confronto intellettuale fra gli artisti emergenti, ma è anche uno spazio adibito alla pratica e alla produzione concreta dell’arte.
A questo progetto è connesso un ciclo di cene, The Artist Dining Room: ogni prima settimana del mese, una sala è adibita ad un simposio ispirato a un personaggio dell’arte. Un guest chef prepara un menù su misura, che interpreta il contenuto sociale e culturale del lavoro dell’artista scelto, e un ospite narratore illustra, attraverso materiale iconografico, il suo modus operandi.
Per fare un esempio, tra le cene avvenute i personaggi presi in esame sono stati William Burroughs, Louise Bourgeois, David Lynch, Frida Kahlo, Marcel Duchamp, Kurt Schwitters, Jean-Michel Basquiat, Salvador Dalí, Andy Warhol e Richard Hamilton.

 – Federica Polidoro

www.yinkashonibarembe.com
www.guestprojects.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.