David Maljkovic e la nuova sede di T293

Galleria T293, Roma – fino al 16 luglio 2016. A quattro anni dall’ultima personale presso la sede romana della galleria, l’artista croato torna a esporre il suo lavoro. Ma in un ex laboratorio industriale, come nuova sede capitolina di T293.

David Maljković – All Day All Year - installation view at T293, Roma 2016
David Maljković – All Day All Year - installation view at T293, Roma 2016

All Day All Year: è questo il titolo della nuova fatica espositiva di David Maljković (Rijeka, 1973) che si pone in continuità con la sua intera opera, offrendo allo spettatore la possibilità di rintracciare all’interno del panorama mediale adottato – ormai suo marchio di fabbrica – una serie di elementi che si muovono attorno all’idea di studio. Inteso come luogo versatile e flessibile, lo studio non viene più assunto come format espositivo ma come elemento capace – attraverso una serie di oggetti o forme di cui si compone e ovviamente legate all’artista – di proseguire a intessere una narrazione frammentaria che racconta la natura artificiosa dello studio stesso. Viene perciò assunto come elemento in grado di negoziare una nuova dimensione reale collettiva che interferisce nella lettura dello spazio architettonico, mostrando con spiazzante forza percettiva le possibilità offerte dal display di cui viene ridotta la funzionalità, appannaggio delle forme essenziali senza l’aggiunta di ulteriori opere.

Gino Pisapia

Roma // fino al 16 luglio 2016
David Maljković – All Day All Year
T293
Via Ripense 6
06 89825614
[email protected]
www.t293.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/53812/david-maljkovic-all-day-all-year/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gino Pisapia
Classe 1981, Gino Pisapia è critico d’arte e curatore indipendente, indaga e si occupa di ricerca sulle ultimissime esperienze artistiche, vive e lavora a Firenze. Nel 2006 si è laureato in Storia dell'arte Contemporanea all'Università di Napoli, nel 2007 ha conseguito un master in Management dei Beni Culturali promosso dalla Regione Campania. Ha ideato e realizzato progetti di didattica museale integrata, nel 2008 ha scritto e diretto il documentario Astrazione Napoletana sull'opera di Renato Barisani e dal 2007 al 2010 ha collaborato con la Galleria Lia Rumma di Napoli/Milano. Ha tenuto lezioni di storia dell'arte e fatto parte di varie giurie per l'assegnazione di premi legati alla cultura e all'arte contemporanea. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati tra cui Memories; vertigine [di]segno; Tempus edax rerum; Elements; Cleo Fariselli. I suoi contributi critici sono presenti in diverse pubblicazioni. Scrive per Exibart, ArsKey e Artribune.