Un’indagine sulla luce. Lunga cinque anni

Palazzo Parissi, Monteprandone – fino al 24 agosto 2015. Per la quinta edizione di “Accesa! Arte Illuminata” c’è “FormAzioni della luccicanza”. Per le cure di due firme di Artribune.

FormAzioni della luccicanza - Anna Messere, Cumulo - photo Emanuela Amadio
FormAzioni della luccicanza - Anna Messere, Cumulo - photo Emanuela Amadio

Monteprandone, il borgo medievale marchigiano che ha dato i natali a San Giacomo della Marca, diventa per un mese il luogo ideale dove storia, sacro e profano si incontrano e si mescolano attorno al tema della luce. La quinta edizione di Accesa! Arte Illuminata promossa dallo SpaziomOHOc di Nazareno Luciani, grazie alla prestigiosa collaborazione del Goethe Institut di Monaco e altri sponsor locali, entra nel vivo con la mostra FormAzioni della luccicanza.
Polyxeni Angelidou, Barbara Baroncini, Ado Brandimarte, Bruno Cerasi, Dehors/Audela, Anna Messere, Federica Simonetti filtrano, attraverso diversi medium e la creazione di opere site specific, un tema che si presta a infinite interpretazioni. Il risultato corale di ricerca dell’elemento luce non soffoca i differenti sguardi artistici, che diventano metafora della condizione interiore dell’individuo. La mostra FormAzioni, una duplice indagine delle forme e delle azioni della luccicanza, pone lo spettatore di fronte a opere che da un lato dialogano con l’architettura del palazzo storico e dall’altro pongono interrogativi sulla manifestazione dell’essere intesa come “luce interiore”.

Federica Mariani

Monteprandone // fino al 24 agosto 2015
Accesa! Arte Illuminata 2015 – FormAzioni della luccicanza
a cura di Claudia Fiasca e Martina Lolli
PALAZZO PARISSI
Vicolo della Dama
328 7180203
[email protected]

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/46917/formazioni-della-luccicanza/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Mariani
Classe 1982, Federica Mariani ha due lauree magistrali, una in storia delle arti e l’altra in economia delle arti conseguite presso l’Università Ca' Foscari di Venezia e ha collaborato per alcuni progetti con la Biennale di Venezia. Ha frequentato il Master Internazionale in Management dei Beni e delle Attività Culturali alla European School of Management di Parigi, sempre nella capitale francese ha lavorato per il centro d’arte digitale Le Cube e la Galleria Alberta Pane. Dal 2012 al 2019 ha lavorato per la Fondazione Marche Cultura come social media specialist. Si è occupata spesso di Street Art e ha collaborato con PopUp! Festival. Attualmente vive ad Anversa e lavora presso il Museum Hof van Busleyden di Mechelen. È giornalista dal 2006, scrive articoli sul mondo dell’arte contemporanea e realizza interviste a livello internazionale.