Puntinismo, taurina e user-made artwork. Lorenzo Senni da Marsèlleria

Marsèlleria, Milano – fino al 28 agosto 2015. Lorenzo Senni, noto nell’ambiente come una delle figure più centrali della musica elettronica internazionale, presenta per la prima volta un progetto espositivo. Dove al suono si affiancano immagini, sculture e persino odori.

Lorenzo Senni – AAT + PERSONA II - veduta della mostra presso Marsèlleria, Milano 2015 - photo Flavio Pescatori
Lorenzo Senni – AAT + PERSONA II - veduta della mostra presso Marsèlleria, Milano 2015 - photo Flavio Pescatori

Nel 1995 David Toop, nel suo seminale saggio Ocean of Sound: Aether Talk, Ambient Sound and Imaginary Worlds, tratteggiava il lunghissimo e fondamentale sodalizio tra la musica e il concetto di ambiente. Da allora il potenziale di un ascolto “decentrato” ha accompagnato la formazione culturale e musicale di generazioni di autori. Tra questi sicuramente Lorenzo Senni (Cesena, 1983; vive a Milano), che la scena musicale contemporanea così come quella artistica hanno imparato a conoscere e rispettare nelle sue diverse anime di compositore, artista e produttore.
Muovendosi nello spazio principale della Marsèlleria, il visitatore è accolto dalla traccia Advanced Abstract T 36’48”, composta con centinaia di frammenti di musica trance e hardcore. Come i tanti puntini e cellette di colore affiancate diedero vita al metodo pittorico di Seurat e Signac, analogamente Senni ha definito nel genere Pointillistic Trance il suo fare musica. L’odore che il visitatore poteva percepire nel giorno dell’inaugurazione non era però quello della pittura a olio, ma quello dolciastro e un po’ tamarro degli energy drink, che per Senni sono il motore e centro della composizione, rappresentato anche plasticamente da un grande “punto” nel mezzo della stanza, realizzato con decine di lattine accartocciate dai colori acidi. E se il post-impressionismo e il neo-impressionismo furono largamente ispirati dalla contemplazione dell’Ukiyo-e, Senni decora la sua stanza da musica con opere realizzate dagli utenti dell’online community DeviantArt. Il vero esotismo 2.0.

Riccardo Conti

Milano // fino al 28 agosto 2015
Lorenzo Senni – AAT + PERSONA II
MARSÈLLERIA
Via Paullo 12a
02 76394920
[email protected]
www.marselleria.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/46675/lorenzo-senni-aat-persona-ii/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Riccardo Conti
Riccardo Conti (Como, 1979; vive a Milano), critico d’arte e pubblicista, si occupa principalmente di cultura visiva e linguaggi come video e moda. Collabora con riviste come Vogue Italia, Domus, Mousse, Vice e i-D Italy, ha curato diverse mostre per gallerie e spazi privati ed è autore di alcuni format televisivi riguardanti arti visive e cultura contemporanea. Ha insegnato presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e la facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e ha tenuto seminari presso altre università e istituzioni quali NABA, IULM e KHIO di Oslo. Attualmente è docente di Visual Culture presso le sedi IED di Milano e Torino.