Le eredità energetiche di Maurizio Pellegrin. A Venezia

Marignana Arte, Venezia – fino al 19 settembre 2015. Una delle eccellenze artistiche veneziane fa ritorno in Laguna con una mostra intensa, esito di una riflessione durata anni. Tra installazioni, oggetti e temi ricorrenti, è protagonista l’energia della memoria.

Maurizio Pellegrin, The Flying Train, 2010, materiale da collezione del XX secolo; dimensioni variabili Photo Enrico Fiorese
Maurizio Pellegrin, The Flying Train, 2010, materiale da collezione del XX secolo; dimensioni variabili Photo Enrico Fiorese

Maurizio Pellegrin (Venezia, 1956) rientra nella propria città d’origine dopo un’assenza durata anni, colmata da rilevanti presenze nelle istituzioni artistiche di tutto il mondo. L’occasione è una mostra complessa, la cui lettura richiede un salutare impegno interpretativo. Organizzata dalla Marignana Arte, giovane galleria con sede a Dorsoduro, l’esposizione condensa il percorso di Pellegrin lungo il crinale di tematiche e simboli a lui cari, senza scivoloni didascalici. I trenini volanti, cui si ispira il titolo della rassegna curata da Filippo Fossati, corrono sulle rotaie di un’installazione sospesa, baricentro dell’intero display. Il potere dei numeri, la forza del colore rosso, la magia degli oggetti-mirabilia raccolti nel tempo scandiscono il reticolo energetico che innerva la mostra. A riprova che l’energia, proprio come la memoria, si tramanda di mano in mano.

Arianna Testino

Venezia // fino al 19 settembre 2015
Maurizio Pellegrin – Treni volanti, carte appese e altri pensieri
a cura di Filippo Fossati
MARIGNANA ARTE
Dorsoduro 141
041 5227360
[email protected]
www.marignanaarte.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/44237/maurizio-pellegrin-treni-volanti-carte-appese-e-altri-pensieri/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).