Adidas e Prada insieme sul metaverso con un’opera d’arte digitale. E tutti possono partecipare

L’artista coinvolto è Zach Lieberman che coinvolgerà gli utenti di tutto il mondo attraverso una opera partecipativa in forma di NFT. L’opera finale sarà battuta all’asta e il ricavato devoluto in beneficenza

adidas for Prada re source
adidas for Prada re source

Che cos’è il Metaverso, ve lo abbiamo spiegato ampiamente qui. Ma lo approfondiremo in maniera diffusissima sul prossimo numero del nostro magazine cartaceo. E anche cosa sono gli NFT, argomento su cui Artribune ha offerto numerose interpretazioni, anche per ciò che riguarda le connessioni con arte musica e moda. E sarà bene cominciare a masticare il linguaggio che accompagna questi due fenomeni, perché d’ora in poi potrebbero essere all’ordine del giorno. Tanto che Adidas Originals e Prada hanno deciso di portare la loro terza collaborazione – la collezione adidas for Prada Re-Nylon – nel mondo del metaverso, con opere realizzate dagli utenti e di proprietà dei rispettivi creatori. Si tratta di una sorta di operazione partecipativa che nel nome della moda e del design rende tutti co-autori di un’opera collettiva digitale ispirata alla collezione adidas for Prada Re-Nylon, quella tangibile però, non virtuale.

COME FUNZIONA L’NFT DI PRADA E ADIDAS

Come partecipare? Da lunedì 24 gennaio gli aspiranti partecipanti potranno iscriversi con un portafoglio digitale e creare il proprio NFT, utilizzando un filtro progettato dall’artista Zach Lieberman. In seguito, saranno selezionati 3000 partecipanti in modo casuale “casuale per contribuire al lancio, con 1.000 posti riservati ai possessori dell’NFT Into the Metaverse di adidas Originals, e altri 500 posti riservati agli utenti che hanno tentato di coniare Into the Metaverse nella vendita pubblica senza però riuscirci”, si legge nella call to action. “Dal 26 al 27 gennaio, le persone selezionate potranno tornare sul sito e coniare gratuitamente il proprio contributo fotografico come NFT. I contributi di tutti i co-creatori saranno presentati come tessere individuali di un’opera d’arte digitale proveniente dalla community e creata da Lieberman”. I partecipanti manterranno la piena proprietà dei propri NFT. Il risultato sarà un enorme mosaico di Non fungible token.

CHI E’ ZACH LIEBERMAN

L’NFT finale di Lieberman sarà messo in asta a beneficio di Slow Factory, una charity americana focalizzata sull’inclusione sociale. Lieberman è un artista ed educatore based in New York. Crea performance e installazioni che utilizzano gesti umani come input. I suoi progetti hanno vinto il Golden Nica di Ars Electronica, l’Interactive Design of the Year del Design Museum di Londra. Crea opere d’arte attraverso la scrittura di software ed è co-creatore di openFrameworks, un toolkit open source C++ per la codificazione creativa. È docente al Media Lab del MIT, dove è a capo del gruppo Future Sketches. Il suo mosaico per Adidas e Prada sarà battuto all’asta dal 28 al 31 gennaio e esposto nei negozi Adidas e Prada di tutto il mondo.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.