Le iniziative online di musei e fondazioni italiane per cominciare il 2021

In attesa di capire se i musei italiani potranno o meno riaprire con il ritorno in zona gialla, si continuano a produrre eventi e contenuti online per il pubblico. Ecco una selezione

Anno nuovo, vita nuova, ma ancora pochi segnali circa la possibile riapertura a breve di musei, cinema, teatri e istituzioni culturali. Nonostante tutto, la voglia di ripartire non manca, così come quella di continuare ad offrire al pubblico contenuti. Per il momento utilizzando le possibilità offerte dal web, con iniziative, eventi, dibattiti, riflessioni online. Artribune ha deciso di dedicare un appuntamento settimanale a tutte le attività culturali che prenderanno vita tra canali social e appositi siti, così da restare sempre aggiornati e segnare in agenda i diversi appuntamenti in giro per l’Italia da fruire davanti al proprio pc o smartphone. Ecco una selezione di iniziative previste nei prossimi giorni. 

Valentina Muzi

1. I MUSEI DI ROMA CONTINUANO IL LORO PALINSESTO ONLINE

Per Gioco – La collezione dei giocattoli antichi della Sovrintendenza Capitolina

Continua il programma online dei Musei di Roma che propongono al proprio pubblico una serie di attività e iniziative comodamente fruibili da remoto. Nel giorno dell’Epifania, mercoledì 6 gennaio 2021, il Museo di Roma propone un appuntamento proprio per i bambini e legato alla mostra Per Gioco – La collezione dei giocattoli antichi della Sovrintendenza Capitolina. Sarà possibile assistere a un concerto con musiche dalle colonne sonore di cartoni animati e sigle televisive, eseguite da un quartetto d’archi. Tra i tanti brani anche una Suite Disney come Cenerentola, la bella la bestia, Pinocchio, Aladdin, Il libro della giungla, Rapunzel, Gormiti, The Legend is Back, Sicurezza antincendio con Roy per citarne solo alcuni, insieme a Roma Tre Orchestra. 

2. LE ATTIVITÀ DI FONDAZIONE POMODORO PER BAMBINI E ADULTI

Digital Tour Fondazione Arnaldo Pomodoro

Prosegue il palinsesto digitale della Fondazione Arnaldo Pomodoro, tra laboratori per bambini, come Il mio Labirinto, organizzato per martedì 5 gennaio 2021 alle ore 11 (i successivi appuntamenti sono previsti per domenica 10 e 24 gennaio alle ore 17) e iniziative per adulti. Prevista un’attività interattiva improntata a far conoscere l’opera Ingresso nel Labirinto di Arnaldo Pomodoro ai bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni, creando assieme un labirinto tridimensionale, guidati da un’esperta atelierista e insegnante sulla piattaforma Zoom. Prima di collegarsi c’è bisogno che ognuno abbia sottomano il proprio kit da scultore, recuperando oggetti in casa quali un coperchio di una scatola – come quella delle scarpe-, forbici, fogli, matita, gomma, pennarelli, colla, pennelli, bottoni di varia dimensione e un comunissimo filo di lana. Il progetto vede la collaborazione con WAAM, Walk Alternative Art Milan, la durata complessiva è di circa un’ora e il costo di ogni partecipante per nucleo familiare è di 5 euro. Per prenotarsi? Direttamente sul sito della Fondazione Arnaldo Pomodoro. Per gli adulti la Fondazione ha pensato a L’Archivio racconta: il Teatro scolpito. Si andrà alla scoperta dei materiali dell’Archivio di Arnaldo Pomodoro, selezionati dall’artista stesso. Questa iniziativa è in collaborazione con Ambarabart e pone l’attenzione sul lavoro, le riflessioni e le ispirazioni di un artista poliedrico grazie ad un ricco e vario repertorio. L’appuntamento è previsto per venerdì 8 e 22 gennaio 2021 alle ore 18.30, ed è possibile prenotarsi qui. Il costo è di 8 euro a partecipante e la durata è di circa un’ora. 

3. LE RUBRICHE ONLINE DI OGR

OGR Open Sessions – Credits Luigi De Palma

Arti visive, musica, tech, talk e podcast: sono queste le proposte di OGR di Torino che prosegue nel ricco palinsesto digitale intitolato Open Session. Si parte giovedì 7 gennaio, alle ore 12.00 con OGR Art Corner #5 MEET THE ARTWORK, un format che intende presentare produzioni artistiche nate per una fruizione digitale, come quella del video di Beatrice Marchi (la video intervista è disponibile sul sito delle OGR e sul canale YouTube). Si prosegue venerdì 8 gennaio, questa volta alle 17.30, con OGR Public Program Extra (Shop) #3. Ovvero? Un focus e un tour virtuale dedicato alla mostra Unseen Stars di Trevor Paglen in collaborazione con @PPPattern. L’incontro avverrà in streaming su una piattaforma gratuita, previa registrazione sul sito delle OGR. Mentre, alle 21, il venerdì si accende con OGR Good Vibes #2 – Anna Castiglia e Francamente, il format musicale che comprende una serie di sessioni musicali unplugged registrate all’interno del Duomo – l’area iconica delle Ex Officine-. Il concerto sarà disponibile sul sito e sul canale YouTube.

4. GAMEC DI BERGAMO: LEZIONI IN AULA MAGNA

Ti Bergamo – Ph Lorenzo Palmieri

Continuano le lezioni (online) nell’Aula Magna della GAMeC di Bergamo, un programma di insegnamento dove arte, cittadinanza e costituzione si uniscono e si esprimono grazie alla voce di personalità di spicco su Zoom, ogni sabato alle ore 10. Ad aprire le porte dell’aula virtuale è Filippo Pizzolato, Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico all’Università degli Studi di Padova, nonché docente di Dottrina dello Stato all’Università Cattolica di Milano. Con lui si parlerà, ovviamente, di Diritto alla salute, partendo dall’opera Virus Day (2020) di Dan Perjovschi. Iscrizioni sul sito della GAMeC entro il giovedì della settimana in cui è previsto l’incontro. 

5. INCONTRI DEL CONTEMPORANEO AL MUDAC

mudaC | Museo delle arti di Carrara

In diretta streaming sulla pagina FB del mudaC | Museo delle arti di Carrara, arriva il ciclo di incontri Del contemporaneo. Con questo format un critico e un artista entrano in dialogo con la Direttrice del Museo, Laura Barreca, approfondendo i fenomeni linguistici contemporanei più attuali parallelamente all’evoluzione dell’arte contemporanea degli anni Zero. Questi incontri, della durata di un’ora, si distribuiranno tra gennaio, febbraio e marzo 2021. Si parte l’8 gennaio con Francesco Spampinato e Giovanotti Mondani Meccanici, per poi seguire il 15 con Marco Mancuso ed Emilio Vavarella. Il 22 gennaio sarà la volta di Valentina Tanni e Mara Oscar Cassiani, il 29 gli interlocutori saranno Christian Caliandro e Laura Cionci.

6. IL MUSEO NAPOLEONICO PER FAMIGLIE E RAGAZZI

Credits Museo Napoleonico, illustrazione a cura di Fiora Giovino

In occasione delle festività natalizie, le volontarie del S.C.U. del Museo Napoleonico (Giorgia Basili, Emanuela Di Vivona, Elena Fratini, Giulia Mattioni) coadiuvate dalla curatrice e storica dell’arte Laura Panarese, hanno organizzato una serie di giochi online per coinvolgere bambini, ragazzi e famiglie. Si può sfidare il proprio avversario a suon di domande e curiosità, con il quiz NapoleonPursuit, con un rimando non troppo velato al classico gioco di società Trivial. Oppure è possibile imbattersi nel quadro di Gérard, Elisa Bonaparte Baciocchi e sua figlia Napoleona Elisa. L’obiettivo è stimolare l’attenzione dei fruitori con cinque quiz visivi e intuitivi, vestendo i panni di detective e sfruttando l’esplorazione in gigapixel fornita da Google Arts and Culture. Dal 6 gennaio, invece, il palinsesto ludico si arricchirà con Trova l’Intruso, proprio in occasione dell’Epifania. Dieci immagini diverse (da fotografie a illustrazioni, nonché dipinti) saranno animate da elementi estranei al contesto, seppur ben mimetizzati. Scopo del gioco? Aguzzare la vista, smascherarli e cacciarli!

Per iniziare a giocare clicca qui.

7. IL MUDEC DI MILANO DEDICA 10 INCONTRI A 10 DONNE CHE HANNO CAMBIATO LA FOTOGRAFIA, CON NICOLAS BALLARIO

Mudec, Milano – Cindy Sherman, Untitled Film Still #21, 1978

È a cura di Nicolas Ballario il nuovo palinsesto firmato dal Mudec, Museo delle Culture di Milano. Si parla di donne, del loro talento e della loro creatività: ogni sabato, a partire dal 9 gennaio 2021 (fino al 20 febbraio) alle ore 10 partirà la miniserie 10 x 10 sulle pagine Facebook e Instagram del Museo, dove saranno protagoniste personalità femminili legate alla storia della fotografia. Si passerà dal fotogiornalismo al reportage, dal cinema alla moda, dall’architettura alla politica, dal design ai sistemi dell’arte. I documentari vedono la regia di Fabrizio Spucches e partiranno dal racconto biografico di Eve Arnold il 9 gennaio, per poi passare a Tina Modotti sabato 16. Il 23 gennaio sarà la volta di Marirosa Toscani Ballo, per poi proseguire con Imogen Cunningham, Inge Morath, Lisetta Carmi, e Margaret Bourke White, e infine Tina Modotti, quest’ultima sarà ospitata al Mudec dal 19 gennaio con una antologica a lei dedicata. Tutto qui? Ovviamente no, il Mudec guarda avanti tanto che per il 22 febbraio questa miniserie diventerà un podcast.

8. I #PIANIDELPALAZZO DELLE ESPOSIZIONI CONTINUANO LA LORO PROGRAMMAZIONE ONLINE

Roma, Palazzo delle Esposizioni, Quadriennale 2020 © Musacchio, Ianniello & Pasqualini

Arriva martedì 5 gennaio il racconto delle opere firmate dagli artisti emergenti e protagonisti della mostra Domani Qui Oggi – principale evento collaterale della Quadriennale d’arte 2020 –, a cura di Ilaria Gianni e promossa dalla DGCC del MiBACT. Sempre martedì Giuseppe Garrera, curatore della mostra Tecniche di Evasione, analizzerà il catalogo della mostra soffermandosi sull’opera di Judit Kele, I am a Work of Art. Giovedì 7 gennaio, invece, è previsto l’appuntamento Arte a contatto.  Toccare l’arte a casa: l’intento è quello di tornare a toccare nuovamente l’arte con le proprie mani, senza mediazioni virtuali che ad oggi sembrano l’unico ponte esperienziale possibile, al fine di riassaporare odori e sensazioni tattili scaturite dall’incontro reale con l’opera. Il progetto è nato per continuare ad avere una relazione con la comunità dei non vedenti e ipovedenti di Roma che, da sempre, partecipa alle visite sensoriali organizzate. Grazie alla collaborazione dell’artista, le opere di Alessia Lastella, esposte al piano zero all’interno della mostra Domani Qui Oggi, partiranno dal Palazzo delle Esposizioni per arrivare nelle case, accompagnate da un’audiodescrizione che guiderà l’esperienza tattile.

www.palazzoesposizioni.it/pagine/i-piani-del-palazzo

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.