Visitare la prima mostra di fotografia della storia, nel 1839, tornando indietro nel tempo. È questa l’esperienza che promette di offrire il progetto Tresholds, un’installazione in realtà virtuale ideata da Mat Collishaw (Nottingham, 1966). L’artista inglese, che non è nuovo alla sperimentazione con le nuove tecnologie, sta portando avanti una campagna di crowdfunding sul sito Kickstarter per finanziare parte dei lavori necessari a portare a termine quest’opera ambiziosa. In questo modo, spiega, sarà possibile ridurre il biglietto d’ingresso e rendere accessibile l’esperienza a un numero più vasto di persone.
Come mostrato in questo video, i visitatori si troveranno immersi in una realtà mista, allo stesso tempo concreta e sintetica: vedranno una stanza riprodotta digitalmente attraverso il visore, ma potranno anche toccare i tavoli e gli oggetti con le mani grazie a un meccanismo di “sincronizzazione” della simulazione con la vera sede della mostra. Gli altri visitatori appariranno sotto forma di fantasmi, intenti a godersi questo straniante viaggio nel passato. Nel frattempo, all’esterno del palazzo, i Cartisti protestano contro le nuove tecnologie nascenti, accusate di sottrarre posti di lavoro alla popolazione…

– Valentina Tanni

www.kickstarter.com/projects/1817545913/thresholds-vr

Dati correlati
AutoreMat Collishaw
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma e Milano. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020).