Visitare la prima mostra di fotografia della storia, nel 1839, tornando indietro nel tempo. È questa l’esperienza che promette di offrire il progetto Tresholds, un’installazione in realtà virtuale ideata da Mat Collishaw (Nottingham, 1966). L’artista inglese, che non è nuovo alla sperimentazione con le nuove tecnologie, sta portando avanti una campagna di crowdfunding sul sito Kickstarter per finanziare parte dei lavori necessari a portare a termine quest’opera ambiziosa. In questo modo, spiega, sarà possibile ridurre il biglietto d’ingresso e rendere accessibile l’esperienza a un numero più vasto di persone.
Come mostrato in questo video, i visitatori si troveranno immersi in una realtà mista, allo stesso tempo concreta e sintetica: vedranno una stanza riprodotta digitalmente attraverso il visore, ma potranno anche toccare i tavoli e gli oggetti con le mani grazie a un meccanismo di “sincronizzazione” della simulazione con la vera sede della mostra. Gli altri visitatori appariranno sotto forma di fantasmi, intenti a godersi questo straniante viaggio nel passato. Nel frattempo, all’esterno del palazzo, i Cartisti protestano contro le nuove tecnologie nascenti, accusate di sottrarre posti di lavoro alla popolazione…

– Valentina Tanni

www.kickstarter.com/projects/1817545913/thresholds-vr

Dati correlati
AutoreMat Collishaw
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016, Lubiana 2017). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Attualmente insegna Digital Art al Politecnico di Milano. Dal 2011 collabora con Artribune.