100 anni di Gucci. La maison apre spazi a Milano e online

La maison diretta dall’estro creativo di Alessandro Michele apre a Milano uno spazio a metà tra mostra immersiva e sala da the. E lancia online uno shop votato al vintage e alla promozione di giovani designer

Gucci Circolo Milano
Gucci Circolo Milano
Spazi reali e virtuali celebrano il centesimo anniversario dalla nascita di Gucci, celeberrimo brand di moda italiano fondato nel 1921 a Firenze da Guccio Gucci e oggi guidato dalla sempre più effervescente e imprevedibile direzione creativa di Alessandro Michele. Lo stilista di recente ha infatti dato vita a due nuovi progetti, Gucci Circolo Milano, spazio temporaneo aperto in uno storico palazzo del capoluogo lombardo, e Vault, spazio online aperto alla sperimentazione attraverso la partecipazione di creativi invitati a collaborare con Gucci.

GUCCI CIRCOLO MILANO

Il Gucci Circolo Milano sorge all’interno del settecentesco palazzo Gallarati Scotti, già sede del circolo letterario del Duca Tommaso Gallarati Scotti. Nel corso degli anni, il palazzo ha ospitato studiosi, scrittori e musicisti, e oggi si presenta come uno spazio immersivo in cui esperire con tutti i sensi la storia, la creatività e l’estetica di Gucci. Il percorso del Circolo infatti si contraddistingue per un susseguirsi di sale esperienziali ed espositive, attraverso il fil rouge della collezione Aria, disegnata da Alessandro Michele e presentata nell’aprile 2021. Una della sale, la listening lounge, celebra il legame di Gucci con la musica: qui è possibile ascoltare canzoni di cantanti e musicisti amici della maison, come Harry Styles, Sir Elton John, Florence Welch e Achille Lauro. Inoltre, nella listening lounge è possibile scaricare una playlist realizzata in occasione del centesimo anniversario di Gucci, farsi una foto all’interno di un photo booth che riproduce i pattern della collezione Gucci 100 e giocare con i videogame Gucci Arcade. E per chi volesse calcare almeno una volta la passerella di una sfilata di moda, una sala del Circolo offre questa opportunità, con tanto di luci al neon, flash e macchine fotografiche. Il percorso si conclude in una sala da the, in cui è possibile concedersi un momento di relax su poltrone e divanetti in velluto.

VAULT, LO SPAZIO ONLINE DI GUCCI

Vault è il nuovo concept store online di Gucci che racchiude, in realtà, tutto l’universo creativo di Alessandro Michele, assumendo così le forme di luogo di incontro, laboratorio, archivio, biblioteca. Non solo quindi spazio di vendita “particolare” – in Vault infatti si trovano pezzi vintage Gucci second-hand o provenienti da archivi, selezionati dallo stesso Michele, “restaurati” e quindi messi in vendita per collezionisti e appassionati –, ma anche luogo in cui vengono lanciati giovani designer di cui vengono proposti al pubblico le creazioni. I designer presenti finora sono Ahluwalia, Shanel Campbell, Stefan Cooke, Cormio, Charles de Vilmorin, JORDANLUCA, YUEQI QI, Rave Review, Gui Rosa, Bianca Saunders, Collina Strada, Boramy Viguier, Rui Zhou, e col tempo verranno proposti anche prodotti di altri marchi cari ad Alessandro Michele. “Nella mia mente ho sempre avuto l’idea di realizzare un luogo in perenne evoluzione dove poter svolgere conversazioni ‘impossibili’ tra oggetti di provenienza, autori ed epoche differenti: protagonisti di un dialogo tra passato e presente, in grado di originare stimoli per il futuro”, spiega il Direttore Creativo di Gucci. “Mi sono detto: ‘perché un brand di moda dove c’è un direttore creativo non può ospitare uno spazio di contaminazioni espressive, estetiche, sociali?’. L’ho fatto seguendo il linguaggio più consono di questo secolo che è il posto dove tutti possiamo andare, la Rete. E lì abbiamo pensato a un laboratorio, una miniera di idee, di stranezze, di incontri improbabili, visto che Gucci è diventato la più grande piattaforma di incontri tra interlocutori che, in apparenza, non hanno nulla in comune. Quindi Vault è il luogo delle meraviglie che s’ibrideranno, si uniranno per dare vita a sempre nuove gestazioni: il grande talento di Gucci, del resto, è il non rimanere mai uguale a se stesso, non invecchiare mai”.
 
– Desirée Maida
Milano // fino alla fine di novembre 2021
Gucci Circolo Milano
Palazzo Gallarati Scotti
Via Borgospesso

Eventi d'arte in corso a Milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.